Firenze: il quartiere di San Niccolò firma contro le barriere Ztl. «Brutte e ingombranti»

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Se il quartiere di San Niccolò fa parte dell’area Unesco del centro storico non può ospitare brutte barriere antitraffico per la ztl notturna alla porta di San Miniato a cui, si spiega, seguirà analoga struttura a fianco della chiesa di San Niccolò. Per questo un gruppo di residenti ha raccolto firme contro quella che ritiene sia «deturpazione» decisa dal comune.

Nella petizione, indirizzata al soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio di Firenze e alla direzione mobilità del Comune, si fa presente che le barriere, cassoni di gusto francamente discutibile, ledono gravemente sia la porta San Miniato che la chiesa, due beni culturali monumentali, e rappresentano un ostacolo alla viabilità: alla porta i numerosi paletti metallici che delimitano l’area ostacolano anche il fluire dei pedoni – tra cui i tantissimi turisti che salgono e scendono dal piazzale Michelangelo -, già difficoltoso data la ristrettezza della sede stradale. Il gruppo di residenti chiede che sia trovata una soluzione alternativa, oltre all’accesso agli atti per tutelare i propri diritti.

Con riferimento in particolare alla porta di San Miniato, si rileva che i cassoni sono di dimensioni tali da mutare completamente il contesto e si ricorda che solo pochi anni fa era stato negato il permesso di collocare un chiosco per la vendita dei giornali nei pressi della porta stessa: le barriere ora collocate si presentano assai più disturbanti. Riguardo allo spazio prospiciente la chiesa, si fa notare che non è una piazza ma solo uno slargo, già da qualche anno ulteriormente limitato dalla presenza di tavolini e ombrelloni di un locale: La struttura della barriera antitraffico, ridurrebbe ulteriormente lo spazio, con pregiudizio anche, fa notare il parroco di San Niccolò, delle esigenze di culto.

Gilda Giusti

 

Leggi anche:   Coronavirus: Francia, nuovo record, oltre 42.000 contagi in 24 ore