Progetti innovativi di risposta alla pandemia, iniziativa dell’EIT assegna 60 mln a 207 imprese all’avanguardia

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

AGIPRESS – Nell’ambito dell’impegno dell’UE per far fronte alla pandemia di COVID-19, l’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia annuncia i risultati dell’Iniziativa dell’EIT in risposta alla crisi: assegnati 60 milioni di EUR a 207 imprese e progetti innovativi di 32 paesi. Nell’ambito dei “Progetti di risposta alla pandemia (Pandemic Response Projects)”, 62 nuovi progetti di innovazione che riuniscono 212 partner di 25 paesi si sviluppano soluzioni che affrontano direttamente le sfide connesse alla pandemia di COVID-19. Lo “Strumento di sostegno alle imprese (Venture Support Instrument)” sostiene 145 start-up, scale-up e PMI di 23 paesi che hanno subito danni enormi a causa della crisi innescata dal COVID-19. Mariya Gabriel, commissaria europea per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, responsabile dell’EIT, ha dichiarato in una nota: “I 60 milioni di EUR erogati dall’Iniziativa dell’EIT in risposta alla crisi fanno parte della risposta globale dell’UE alla crisi COVID-19, che comprende anche un sostegno sostanziale a favore dell’innovazione. Grazie all’EIT, 62 progetti innovativi e 145 imprenditori hanno ricevuto il sostegno di cui hanno bisogno per fornire servizi e prodotti tangibili di fronte alla pandemia. I progetti stanno mettendo in campo soluzioni rapide, dotandoci di nuove tecnologie per combattere il virus e salvare vite. L’efficiente mobilitazione della Comunità dell’EIT rappresenta un contributo prezioso agli sforzi compiuti dall’Europa per superare questa pandemia.”

Le innovazioni selezionate forniscono soluzioni immediate nell’ambito dei settori prioritari principali dell’EIT, che vanno dalla salute e dalla digitalizzazione all’alimentazione e alla mobilità urbana, per far fronte all’ampia gamma di sfide poste dalla crisi. I 207 progetti e imprese finanziati comprendono soluzioni efficaci quali biotecnologia e diagnostica, l’utilizzo di prototipi in 3D per riconfigurare parti congestionate della città e spazi per il lavoro condiviso, il supporto agli interventi per far fronte alle interruzioni lungo la filiera alimentare, nonché soluzioni per ridurre i contaminanti atmosferici.

Leggi anche:   Intelligenza Artificiale: automazione, efficienza operativa e formazione sono i punti cardine. Ricerca Microsoft.