Tecnologia e digitale, le eccellenze Made in Italy ricevono gli Oscar dell’Innovazione

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

AGIPRESS – Tecnologia spaziale, miglioramenti in tema nautico, indumenti intelligenti ma anche alveari hi tech, Intelligenza Artificiale e Machine Learning a supporto delle decisioni di investimenti: sono solo alcune delle incredibili idee sviluppate dalle aziende e dalle startup italiane che questa mattina, nell’aula dei Gruppi della Camera dei Deputati, hanno ricevuto gli “Oscar dell’innovazione”, nell’ambito della seconda edizione del Premio Angi. Moderatori della cerimonia i giornalisti e conduttori Daniel Della Seta e Federica De Vizia. Il riconoscimento, ideato dall’Associazione Nazionale Giovani Innovatori (la prima associazione nazionale no profit interamente dedicata al mondo dell’innovazione) ha individuato in tutto ventisei aziende che nel corso dell’anno si sono distinte per impegno, professionalità e ingegno nei più svariati campi della tecnologia e del digitale. Le undici categorie premiate variano dalla scienza alla salute, dalla cultura al turismo, passando per mobilità, energia, ambiente comunicazione ed economia. A fare gli onori di casa Gabriele Ferrieri Presidente ANGI che dopo i saluti di rito ha voluto consegnare nelle mani della Ministra dell’Innovazione Paola Pisano il Manifesto dei Giovani innovatori che la Ministra ha firmato durante la cerimonia e che porterà con sé oggi pomeriggio in occasione della presentazione del piano strategico per l’innovazione presso il tempio di Adriano – e una targa per sottolineare “Il Contributo per il lavoro presente e futuro per la diffusione della cultura dell’innovazione e del digitale”.

Così Gabriele Ferrieri Presidente ANGI in una nota: “Abbiamo deciso di occuparci di futuro, perché, parafrasando Charles Kettering, uno dei più grandi inventori del XX Secolo, è lì che passeremo il resto della nostra vita – ha detto Ferrieri – Giornate come quella di oggi ci fanno capire che la strada è giusta, che i talenti nelle imprese italiane ci sono e che la grande sfida per noi è riuscire a individuarli e incoraggiarli. Ringraziamo la ministra Pisano per la presenza e per aver firmato il nostro Manifesto: il nostro impegno in favore dell’innovazione si nutre anche della sensibilità e della spinta che le istituzioni possono garantire a chi ha voglia, passione e capacità di migliorare il mondo”.

“Il nostro ruolo  – ha affermato Paola Pisano Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione – è quello di riuscire a connettere le iniziative tra di loro per creare una strategia unica per il Paese che prenda i ragazzi dalle Università, li faccia crescere e gli dia la possibilità di creare una propria azienda e farla crescere. L’ANGI in questo è un’associazione molto strategica per noi, perché parla di merito, di tecnologia, di donne e di tutto quello a cui stiamo lavorando. Oggi ho ricevuto questa targa e vi ringrazio, spero di tornare tra un anno per dire di essermela davvero meritata. Sono qui da pochi mesi c’è tanto lavoro da fare e tante idee da realizzare. Oggi pomeriggio porterò con me il vostro manifesto che firmo qui davanti a tutti voi molto volentieri”

Leggi anche:   Lo smartworking per far ripartire le aziende ferme a causa del Coronavirus