Francia: Macron, rimpasto di governo, sperando di frenare il crollo

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Questo il rimpasto di governo annunciato oggi due settimane dopo le dimissioni del ministro dell’Interno, Gerard Collomb. Lasciano il governo Jacques Mézard, ministro della Coesione dei territori, Franoise Nyssen (Cultura), Stéphane Travert (Agricoltura), Delphine Gény-Stephann, sottosegretaria all’Economia.
Jean-Michel Blanquer, già ministro dell’Educazione Nazionale, diventa ministro anche dei Giovani. Christophe Castaner è il nuovo ministro dell’Interno. Jacqueline Gourault, ex sottosegretario agli Interni, diventa ministro della Coesione dei Territori. Sebastien Lecornu è ministro delle Collettività territoriali. Julien Denormandie è ministro incaricato per la Città e gli alloggi. Franck Riester, ministro della Cultura. Didier Guillaume, ministro dell’Agricoltura. Marc Fesneau è ministro incaricato delle Relazioni con il Parlamento. Marlene Schiappa, già ministra per le Pari opportunità, aggiunge anche la competenza della lotta contro le discriminazioni. Emmanuelle Wargon, ministra della Transizione ecologica. Christelle Dubos, sottosegretaria alla Solidarietà e Salute. Mounir Mahjoubi e Agnes Pannier-Runacher, sottosegretari del ministro dell’Economia e Finanze.

Spicca anche la nomina di Laurent Nunez, attuale capo della Direction generale des services intérieurs (Dgsi), i servizi segreti interni della Francia, promosso segretario di Stato al fianco del ministro Castaner. Da braccio destro di Castaner, Laurent Nunez avrà l’importante incarico di coordinare i servizi di polizia, di gendarmeria, come anche i servizi di intelligence, che conosce bene.

Questo il commento dell’Eliseo: «Con il rimpasto, il governo si presenta con una squadra rinnovata, con un nuovo slancio, ma con un mandato politico che resta identico. L’azione della squadra di governo agirà nella continuità della politica condotta fin qui e secondo il calendario delle riforme nei prossimi mesi».

Leggi anche:   Rossi dà i preservativi gratis a tutti gli under 26