Pioli: «Andremo avanti, nel nome di Davide». De Zerbi: «Non si doveva giocare oggi»

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Stefano Pioli si presenta in conferenza stampa con un mesto sorriso: «Ce l’abbiamo fatta, ma non era scontato. E non parlo del risultato. Alla fine i ragazzi erano stremati e lo si è visto. Io avrei preferito non giocare, ma sono stati loro, i compagni di squadra di Davide, già da domenica scorsa, a voler scendere in campo. Preparazione approssimativa, purtroppo… Andremo avanti nel nome di Davide, come se lui fosse ancora qui con noi. Anzi: lui sarà sempre con noi. Non sarà semplice terminare questa stagione, ma lo faremo nel nome dell’unità, dlla compattezza. Nel ricordo del capitano». Un accenno a Saponara («Avevo pensato a farlo giocare») e stop.

DE ZERBI – Roberto De Zerbi, allenatore del Benevento è amareggiato. Ma non per la sconfitta. Ecco quello che ha detto: «Poca cattiveria agonistica, poca intensità. L’avevo previsto. Era troppo presto per giocare questa partita. Il circo deve sempre andare avanti, ma in campo non vanno dei pupazzi. Vedete, per preparare la partita si devono vedere i video: nell’ultimo video della Fiorentina c’era un ragazzo che non c’è più. Era dura guardare quel video. E’ morto uno di noi, anche se aveva un’altra maglia. Capisco i diritti televisivi e tutto il resto, ma non siamo pupazzi. Siamo gente con cuore, anima, sentimenti. Nel primo tempo ci sono stati molti problemi. Nel secondo tempo siamo andati meglio. Potevamo portar via qualche punto. Peccato. Ma ripeto: non era la giornata giusta per giocare».

Ernesto Giusti

 

Leggi anche:   Pensioni d’oro: Salvini, schiaffo al M5S. Si può bloccare l’adeguamento, non tagliarle