Medici senza frontiere si autodenuncia: da noi 24 casi di molestie sessuali nel 2017

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Mentre infuria la bufera su Oxfam, Medici senza Frontiere ha reso noto che nel 2017 ha ricevuto segnalazioni su 40 casi di molestie molestie nelle proprie strutture, 24 dei quali di abusi sessuali, che sono stati identificati da indagini interne dell’organizzazione. Ben 19 persone sono state licenziate, mentre gli altri membri del personale sono stati sanzionati in altri modi. Medici senza frontiere precisa che la «nostra leadership è impegnata inequivocabilmente a combattere gli abusi». Nel 2017, rende noto l’organizzazione, c’erano più di 40.000 membri dello staff che lavoravano sul campo e ci sono stati 146 reclami o segnalazioni di reclami riguardanti abuso di potere, discriminazione, molestie e altre forme di comportamento inappropriato.

 

Leggi anche:   Casalino: video su anziani e down. Pd: «Conte lo cacci». Il portavoce: «Vogliono solo infangarmi»