Livorno: contestata Giorgia Meloni. Colpito presidente universitari di destra di Firenze

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

E’ stata contestata e fatta anche oggetto di lanci di oggetti, la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni in visita a Livorno. La parlamentare dopo essere stata accolta da cori di «Bella Ciao!» sarebbe stata raggiunta anche da una bottiglia di plastica e da uno sputo, secondo quanto riferiscono fonti del partito della Toscana. Meloni è poi partita alla volta di Pontedera. Ma la sua aggressione è stata condannata da molti esponenti politici, in primo luogo da Forza Italia e dalla Lega, ma anche da altri schieramenti. Le ha telefonato il ministro dell’interno, Marco Minniti. E messaggi di solidarietà le sono giunti dalla ministra Pinotti e anche dal presidente del Senato, e leader di Liberi e uguali, Pietro Grasso.

E’ stato colpito e strattonato Matteo Zoppini, 22 anni, presidente di Azione universitaria Firenze, movimento studentesco di destra, nel corso della visita a Livorno di Giorgia Meloni. Lo rende noto Fdi della Toscana, spiegando che Zoppini «non ha riportato comunque lesioni e non ha ancora deciso se sporgere denuncia nei confronti degli aggressori». Di insulti, spinte e sputi sono stati vittima anche altri dirigenti di Fratelli d’Italia. «Mentre seguivo Giorgia Meloni cercando di avvicinarmi a lei per realizzare un video – così spiega Zoppini secondo quanto riporta il comunicato -, alcuni manifestanti dei centri sociali mi hanno avvicinato intimandomi con maniere brusche di andarmene. Non ho reagito e ho continuato a camminare e a quel punto loro hanno iniziato a spintonarmi, strattonarmi e a colpirmi sul petto fino a farmi cadere, strappandomi dal petto la spilla con il simbolo di Fratelli d’Italia».

 

Leggi anche:   Elezioni: Boschi candidata a Bolzano spacca il Pd. 14 esponenti della minoranza escono dal partito