Elezioni, centrodestra: concluso l’accordo già nascono dissidi fra Salvini e Berlusconi, sulla legge Fornero

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Mentre a sinistra si litiga su tutto e non si trovano accordi né elettorali né di Governo, grazie alla spiccata attitudine a dividere le fazioni dimostrata sempre da Renzi, anche nel centro-destra, dopo numerosi vertici che sembravano averne sancito unità d’azione, di programmi e d’intenti in vista della competizione elettorale, emergono già i primi dissidi e distinguo.

Per esempio in tema di abolizione della legge Fornero, che sembrava uno dei punti del programma acquisiti dalla Lega di Matteo Salvini. adesso Berlusconi ha cominciato a fare qualche distinguo, provocando subito la reazione del leader leghista: «Berlusconi dice che vanno ‘cancellati gli aspetti negativi della legge Fornero’? Mi sta bene. Dato che io la legge l’ho letta e riletta, io di aspetti positivi non ne ho trovati. Nemmeno uno. Allora, mi aspetto che Berlusconi mi dica un solo aspetto positivo di questa legge. Se c’è un aspetto positivo io sono contento e sono pronto a cambiare idea. E’ evidente che Berlusconi dica che lui a 81 anni lavora ancora 12 ore al giorno. Non obbligo nessuno a lasciare il lavoro ma tu, se dopo 41 anni decidi di averne abbastanza, hai maturato il sacrosanto diritti di riavere indietro i soldi che tu hai versato» ha affermato il segretario della Lega, ospite di Circo Massimo su Radio Capital.

Leggi anche:   Fisco: Agenzia delle Entrate verifica il 730 precompilato, controlli automatizzati