PUMS Città di Pistoia

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

la-salaIeri la Vice Sindaco Belliti ha presentato alle categorie economiche i contenuti del PUMS. L’accoglienza non è stata di entusiasmo. Confesesercenti ha espresso una posizione chiara e non preconcetta. Precisiamo bene. La nostra posizione è : Prima vanno create le condizioni per realizzare isole pedonali e allargamento ZTL. L’ordine temporale degli interventi nell’ordine è: sosta, parcheggi, valutazione attenta impatto delle proposte di cambiamento sulle imprese, comprese quelle riguardanti Via Pacini e Via Carratica, qualificazione della Città. Non si dica che CONFESERCENTI dice si al PUMS senza porre condizioni fondamentali. Vogliamo stare al merito. Le preoccupazioni espresse ieri sera in Comune derivano dalla situazione di grande sofferenza delle aziende. Vanno comprese. C’è disperazione giustificata. A questo si aggiunge che essere conservatori è naturale, perché il nuovo spaventa. Bisogna perciò essere molto saggi e equilibrati, ma anche coraggiosi. Senza coraggio non avremmo avuto il Rinascimento. Ma soprattutto senza coraggio non si uscirà dalla sofferenza e dalla disperazione presente nel commercio in particolare. Cosa diciamo quindi noi?

  1. Creare le condizioni (Parcheggi ex Breda, Lingottino, ex Seminario importante per P.ta Lucchese, Via della Madonna)
  2. Qualificare la Città.

In questa strategia vediamo il futuro del commercio.

Facciamo una piccola analisi della situazione. Prima sono quasi scomparsi con l’espansione esagerata della G.D i negozi alimentari. Ora Amazon ormai attacca il commercio dei Centro storici delle città e l’abbigliamento è veramente alla disperazione. La salvezza nella città storiche e d’arte è farle vivibili e con un’alta qualità della vita, perché il turismo può crescere e funziona se vive bene la popolazione residente. Pistoia ha l’occasione storica di Città Capitale della cultura nel 2017 i cui benefici devono essere resi strutturali negli anni futuri. E’ così che può avere un nuovo spazio il commercio.

Pistoia Capitale Cultura, Turismo, Commercio vanno visti inseparabili.

Restiamo come siamo oggi? Non ci sarà crescita e vita per i negozi, visto che è già così. Il confronto deve essere aperto e costruttivo, non arroccato e litigioso. La riflessione tutti insieme dobbiamo effettuarla su come avere futuro.

Nella nostra posizione troverete tre punti che consideriamo importanti. Li troverete alla fine. Il primo è riferito alla Sala al suo sviluppo, alle problematiche emerse, alla sua ulteriore qualificazione. Il secondo riguarda la sosta da garantire in modo certo proprio di una Città organizzata ai residenti, perché la qualità della vita si fonda su come essa è percepita dagli abitanti e perchè non c’è futuro senza una rapporto positivo tra residenti e imprese.

Il secondo è l’approccio culturale sul rapporto pubblico/privato che deve essere non conflittuale, ma di collaborazione.

Riccardo Bruzzani

Scarica la brochure

 

01-PUMS-A5-a002.pdf

Leggi anche:   Gas: prezzo schizza a 205 euro. Ue indaga: "Perdite Nord Stream atto deliberato". Il Cremlino replica: "Stupido incolpare noi"

Calendario Tweet

ottobre 2022
L M M G V S D
« Set    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31