Firenze sogna la Coppa Italia con la Fiorentina: stasera (ore 21, tv Canale 5) la sfida con l’Inter. Formazioni

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

ROMA – Sì, “Firenze sogna”, parole e musica di Cesare Cesarini per una serata da palpitazione collettiva. Venticinquemila cuori viola all’Olimpico, con la Fiorentina, e decine di migliaia davanti alla televisione, per una finale di Coppa Italia scoppiettante. Parliamoci chiaro: la rosa dell’Inter, a prezzi di mercato, pesa assai più di quella della Fiorentina, ma nella partita secca, dopo oltre mezzo secolo di calcio l’ho imparato, può accadere l’imprevedibile. Dopo Rui Costa, oltre vent’anni fa, anche Cristiano Biraghi può, ragionevolmente, alzare la Coppa stasera, 24 maggio 2023. Crediamoci! Ma soprattutto devono crederci quei ragazzi che vanno in campo, talvolta capaci di imprese vere (la vittoria di Basilea fra queste) e in altre occasioni addirittura inguardabili. Ma la grinta c’è e la classe (vero Nico Gonzalez?) non manca.

EUROPA – Ma la sfida di stasera ha qualcosa di speciale perchè Fiorentina e Inter sono unite da altri appuntamenti: a Roma si affrontan la squadra che sogna il 10 giugno a Istanbul la conquista della Champions ed è capeggiata dal re di Coppe Simone Inzaghi (sei finali vinte su sette da tecnico); dall’altra c’è la compagine di Vincenzo Italiano che fa parte della ‘nouvelle vague’ che conta, il 7 giugno a Praga, di prendersi la Conference Cup, vinta la scorsa stagione dalla Roma. In mezzo c’è questa Coppa Italia di cui è detentrice proprio l’Inter e che la Fiorentina insegue dal 2001 quando si impose, nella doppia sfida contro il Parma, quando in panchina sedeva il ct della Nazionale, Roberto Mancini.

INTER – La squadra nerazzurra, sulle sponde del Tevere prima di trasferirsi nel Bosforo, va a caccia del suo nono sigillo spinta dalle qualità di un tecnico messo in discussione neppure un mese fa e che ha una ‘doppia’ occasione per far ricredere i detrattori. Ha già messo nel suo palmares due Coppa Italia da allenatore e tre da giocatore ma vuole incidere ancora una volta in quello che è sempre più il suo trofeo. Vorrebbe dare il palcoscenico a qualche giocatore non troppo presente soprattutto in Champions League ma c’è anche un campionato da concludere tra le prime 4 per non ritrovarsi senza l’Europa più ambita il prossimo anno. Simone Inzaghi dovrebbe scegliere Handanovic in porta al posto di Onana, per il resto punterà sui titolarissimi: dopo il turnover di Napoli, rientrano Lautaro e Dzeko (che si è allenato con una fasciatura al polpaccio) in attacco, così come Brozovic e Calhanoglu a centrocampo. “Io specialista di Coppa? Speriamo che questa fama possa continuare, perché ne abbiamo due da disputare. Mi fa piacere, spero la tradizione continui ma devo ringraziare i ragazzi. Ho trovato un gruppo che ne ha passate tante. Negli ultimi due mesi abbiamo fatto cose importantissime, la finale di Coppa Italia non è scontata. Ci manca ancora un passetto in campionato. La Champions invece è inaspettata per gli altri, ma noi una speranza l’abbiamo sempre avuta”,

FIORENTINA – “Ho messo tutto me stesso e tutta la mia passione in questi due anni. Abbiamo fatto bene, ma non dobbiamo accontentarci. Siamo fiduciosi e all’Olimpico dobbiamo dare tutti noi stessi”, dice Vincenzo Italiano. Che sa come affrontare l’Inter. “Dobbiamo metterla in difficoltà giocando come a Basilea. C’è una montagna da scalare, ma voglio vedere gli occhi che ho visto lì”.

Leggi anche:   Chico Forti atterrato a Pratica di Mare. Accolto dalla premier Meloni. Andrà in carcere a Verona

BIRAGHI – La formazione? Dubbi su un possibile ballottaggio in difesa tra Ranieri e Martinez Quarta, così come a centrocampo tra Castrovilli e Mandragora. La Fiorentina sogna, con tutta Firenze. Ancora Italiano: “Oltre alla grande qualità dell’Inter, c’è anche un allenatore che sa vincere i trofei. Lui è uno specialista. Comunque vada dobbiamo tornare a Firenze e continuare a lavorare. Faremo vedere a tutti che ci meritiamo questa finale”. Chiude Cristiano Biraghi, con una certezza: “Porteremo Firenze in campo”. Per lottare e sognare insieme.

Le probabili formazioni

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Dodô, Milenkovic, Quarta, Biraghi; Amrabat, Castrovilli; Ikoné, Bonaventura, Nico Gonzalez; Cabral. All: Italiano

INTER (3-5-2): Handanovic; Darmian, Acerbi, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Dimarco; Lautaro, Dzeko. All: Inzaghi

Arbitro: Irrati di Pistoia

Sandro Bennucci

Calendario Tweet

maggio 2024
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031