Sviluppo di tecnologie di Intelligenza Artificiale, partnership tra Readytec Spa e QuestIT

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

AGIPRESS – Forte di una collaborazione già in atto dall’autunno 2019, con ottimi risultati in termini di vendite e diffusione dell’Intelligenza Artificiale, la partnership tra Readytec Spa e QuestIT si rafforza per una più ampia compenetrazione di mercato e un ampliamento di offerta. Readytec Spa, società toscana per Azioni di un gruppo di imprese specializzate in Soluzioni di IT, con core business nell’offerta del software gestionale ERP e sistemistica, 5000 clienti in assistenza Software in tutto il territorio nazionale, 42.800.000 di euro di fatturato e una crescita costante nell’offerta di servizi tecnologici (+14% la crescita del fatturato nell’ultimo anno) – ha acquisito il 19% del capitale sociale di QuestIT, azienda senese del gruppo internazionale The Digital Box, specializzata in tecnologie e applicazioni di Intelligenza Artificiale. Readytec Spa ha acquisito la quota del capitale sociale di QuestIT al prezzo di €550.000; gli accordi prevedono inoltre l’ingresso di un rappresentante di Readytec nel consiglio di amministrazione delle società.

L’operazione finanziaria deriva da una stretta collaborazione tra le due aziende attiva da diversi anni. A seguito dell’accordo societario del gruppo Readytec con The Digital Box, società pugliese capogruppo di QuestIT, la nuova acquisizione si inserisce nel programma di innovazione in cui Readytec Spa è impegnata, con ampliamento degli investimenti nel campo dell’IT allo scopo di fornire prodotti e servizi all’avanguardia con la soluzione Algho, piattaforma proprietaria di Natural Language Processing (NLP) e Natural Language Generation (NLG), sistemi di crawling, motori di Information Extraction e Data Mining riconosciuti a livello internazionale e attestati da pubblicazioni scientifiche. Queste tecnologie consentono alle macchine di comprendere il significato delle parole attraverso una profonda analisi semantica, fondamentale per la realizzazione di assistenti virtuali realmente capaci di comprendere le richieste degli utenti, l’analisi e la ricerca documentale, l’acquisizione di informazioni dalla rete, l’estrazione di dati strutturati e l’identificazione di informazioni qualitative. “Abbiamo trovato la migliore tecnologia che si potesse pensare di avere nel campo dell’Intelligenza Artificiale. – afferma Silvano Meloni, Presidente e Direttore Generale di Readytec – Ed è proprio a Siena, a due passi dalla nostra sede di Chiusi, che abbiamo rilevato le potenzialità di un prodotto accreditato a livello scientifico e internazionale e totalmente italiano. Lo sviluppo proprietario della piattaforma, interamente nel territorio senese, ci ha spinto ad investire in QuestIT, grazie alla forte collaborazione e all’intesa nata con l’Ing. Di Iorio, amministratore delegato della Società, che ha fatto da apripista con Algho alla nascita di Ready Go One Srl, un nuovo progetto d’impresa pensato con Go2tec, un’altra azienda senese esperta in Datasecurity e Data Mining, per ridefinire un asset strategico a vantaggio dei nostri clienti che sposa con il nostro gruppo la visione di una nuova trasformazione digitale”. “Siamo molto soddisfatti dell’investimento di Readytec Spa nella nostra società. – afferma Ernesto Di Iorio, CEO di QuestIt e CTO di The Digital Box – Investire su aziende locali che realizzano tecnologie indoor accresce lo sviluppo territoriale portando un vantaggioso contributo alla richiesta di forza lavoro nei nostri laboratori, ma soprattutto nell’area senese. Dopo l’esempio di Caterina, l’assistente virtuale sviluppato per il Comune di Siena, ci stiamo muovendo insieme ai nostri partner verso nuovi ambiziosi progetti che avranno al centro l’intelligenza artificiale come spinta tecnologica per le imprese, le fondazioni, gli enti pubblici e le enterprise”. (Agipress)

Leggi anche:   Da ComFidi oltre 2,1 mld di finanziamenti in Italia in particolare verso piccole e medie imprese