San Valentino: il doodle di google per la Festa degli innamorati

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

«Non importa dove sei nell’universo, l’amore è nell’aria! Anche se le persone da voi amate sono distanti anni luce o vicine, speriamo che nessuna quantità di spazio vi impedisca di fargli sapere quanto vi fanno sentire al settimo cielo. Auguriamo a tutti un San Valentino stellare!»

Con queste parole, e con un Doodle per il 14 Febbraio, il team Google celebra la Festa degli Innamorati per eccellenza.

La festività prende il nome dal santo e martire cristiano Valentino da Terni, e venne istituita nel 496 da papa Gelasio I, in sostituzione alla precedente festa pagana dei Lupercalia, riti pagani dedicati al dio della fertilità Luperco.

La celebrazione moderna della festa risale al Basso Medioevo, alla tradizione dell’amor cortese: nonostante l’evoluzione storica della ricorrenza sia incerta, esistono riferimenti storici che fanno ritenere che la giornata fosse dedicata agli innamorati già dai primi secoli del II millennio. La figura di Valentino come santo patrono degli innamorati rimane però avvolta nel mistero: venne decapitato il 14 febbraio 273, a 97 anni, per mano di un soldato romano agli ordini dell’imperatore Aureliano. Secondo alcuni, sarebbe stato giustiziato perché aveva celebrato il matrimonio tra una donna cristiana e un legionario romano pagano. Secondo la leggenda, i due sposi morirono insieme, mentre Valentino li benediceva.

Leggi anche:   Coronavirus, il governatore Fontana in auto-isolamento: collaboratrice positiva al virus