Stipendi più bassi nella filiera turismo rispetto alla media nazionale

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

AGIPRESS – Sono sostanziali le differenze di retribuzione nella filiera turismo rispetto alla media nazionale, arrivano a 3.600 euro all’anno. La retribuzione lorda annua media dei lavoratori nel turismo e viaggi si attesta, infatti, a 27.226 €, valore inferiore alla media nazionale di circa 2.100 €. Tale differenza colpisce sia i Quadri sia gli Impiegati del settore, le cui retribuzioni medie sono inferiori di circa 3.600 € (Quadri) e circa 3.100€ (Impiegati), rispetto alla rispettiva media nazionale. Sono queste le principali conclusioni a cui è giunta la Guida alle retribuzioni dei professionisti nella filiera del turismo, realizzata da Spring in collaborazione con Job Pricing che analizza ben 450.000 casi in Italia, tra persone e aziende.

“Negli ultimi anni  – si legge in una nota – l’andamento del mercato retributivo italiano nel suo complesso è stato stagnante: Quadri e Impiegati hanno in particolare elevato le loro retribuzioni poco sopra i livelli di 5 anni fa. Nel 2019 non è cambiato lo scenario: le retribuzioni di Quadri e Impiegati sono rimaste sui livelli del 2018 (rispettivamente +0,3% e -0,1%). Nessuna eccezione per il settore del turismo e viaggi, la cui crescita complessiva dell’ultimo anno si attesta allo 0,4%, con un trend negativo per gli Impiegati”.

Leggi anche:   Settore italiano delle utility, crescono gli investimenti +18,7%