Smart Building, i differenti modelli di business

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

AGIPRESS – Il primo Smart Building Report – redatto dall’Energy&Strategy Group della School of Management del Politecnico di Milano sarà presentato il 6 febbraio presso il Politecnico. Il concetto di smart building fa riferimento a un edificio i cui impianti sono gestiti in maniera integrata e automatizzata attraverso l’adozione di un’infrastruttura di supervisione e controllo, al fine di massimizzare il risparmio energetico, il comfort e la sicurezza degli occupanti e di garantirne l’integrazione con il sistema elettrico. Viene esaminata l’architettura tipica di uno smart building nelle sue componenti essenziali (building devices and solutions, automation technologies, piattaforme di controllo e gestione, connectivity technologies) per stimarne il volume d’affari in Italia. Il report, che si basa su oltre 100 interviste effettuate ai principali operatori di mercato, fornisce inoltre una panoramica sui differenti modelli di business che i player coinvolti (tra cui ESCo, utilities, technology provider, software provider, facility manager) adottano nel nostro Paese e fornisce un quadro del contesto normativo, articolato in obblighi, incentivi e certificazioni, che influenza lo sviluppo del settore, proponendo un indicatore attraverso cui è possibile valutare il livello di “smartness” di un edificio.

Leggi anche:   ECONOMIA - Soffre il fatturato dell'Industria italiana secondo Istat