Renzi: andare alle elezioni è consegnare Paese a Salvini. E strizza l’occhio a FI e alla Carfagna

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Renzi a Milano per Linkiesta Festival parla di Salvini, di elezioni, di Forza Italia. Alcuni degli esponenti del partito di berlusconi, in primis Mara Carfagna, potrebbero essere attratti da Italia Viva e formare Forza Italia Viva.

SALVINI – «Andare a votare ora significa consegnare totalmente il Paese a Salvini. Si chiama masochismo. Se il Partito democratico e il Movimento 5 Stelle scelgono di andare a votare oggi di fatto disintegrano la propria rappresentanza in Parlamento. Spero che il governo non crolli, lavoro perché vada avanti — ha aggiunto —. Se ci sarà una crisi di governo seguiremo la Costituzione ma ora dobbiamo pensare a risolvere i problemi». L’ex premier è poi tornato a rivendicare di aver contribuito alla nascita del Conte II: «Siamo riusciti a mettere la museruola a un tentativo di distruggere la credibilità dell’Italia. Noi abbiamo fatto un’operazione di igiene che ha salvato un Paese da un rischio pericoloso». «Matteo Salvini ha fatto bene ad andare a trovarla e a dire che l’euro è irreversibile. Da cittadino penso che sia merito di quello che noi stiamo facendo. Stiamo producendo un cambiamento di linguaggio e toni. Salvini ha capito che non si va a votare. Comincia a cambiare posizionamento».

ITALIA VIVA- E aggiunge, sulle prospettive di crescita di Italia Viva: «Porte aperte a chi vorrà venire a questo progetto non da ospite ma da dirigente, vale per Mara Carfagna e altri dirigenti del suo partito. Ma noi – precisa – non tiriamo la giacchetta, Italia Viva è un approdo naturale per tutti, è questione di tempo.Io penso che in questo paese c’è tanta bella gente che non accetta il giustizialismo, che porta qualcuno a entrare in parlamento con il cappio, come la Lega». Renzi parla anche di MaurizioLupi: «Credo – dice – che questa classe dirigente debba chiedere scusaa Maurizio Lupi, massacrato per un’indagine nel 2015 finita in archiviazione. Al momento, sostiene, siamo l’unica alternativa a un’Italia che vivacchia, meglio Italia Viva di un’Italia che vivacchia. E infatti, chi ci ha attaccato all’inizio comincia a dire’però, questa Italia Viva».

CARFAGNA – Carfagna, da parte sua afferma: «Se Renzi dichiarasse di non voler più sostenere il governo di sinistra ma di avere altre ambizioni forse Forza Italia Viva potrebbe essere una suggestione». Lo dice la vicepresidente della Camera e esponente di Forza Italia a chi gli chiedeva se immaginasse un futuro diverso dal partito e se potesse mai pensare a unirsi a Matteo Renzi in una sorta di ‘Forza Italia Viva. «Questa – spiega – è una fase di passaggio per la nostra comunità, cosa accadrà nelle prossime ore e nei prossimi giorni non lo so, su questo ci stiamo ragionando. Ci sono persone che dopo 25 anni non si trovano più a loro agio in Forza Italia». Quanto a renzi conferma: «il mio campo di gioco resta quello del centrodestra, e la mia ambizione è farne uno alto, nobile, coraggioso autorevole e non autoritario. Ho molto rispetto per Matteo Renzi ma non è un percorso sovrapponibile al mio. Finché sostiene la sinistra,in sostanza, giochiamo in due metà campo differenti. E vogliamo restare in questa metà campo».

Leggi anche:   Processo Tav: il comitato contro il tunnel attacca l'assessore Ceccarelli. E critica Nardella e people mover