Alessandria, fermato il proprietario della cascina esplosa a Quargnento

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Giovanni Vincenti, proprietario dell’immobile andato distrutto che ha causato la morte di 3 vigili del fuoco, è la persona fermata. la conferma dal Procuratore di Alessandria Enrico Cieri. L’uomo, che gli inquirenti avevano già ascoltato più di una volta, aveva risposto per diverse ore alle nuove domande degli investigatori, alla presenza di un avvocato. I reati contestati sono disastro doloso, omicidio e lesioni volontarie.«Giovanni Vincenti ha confessato in maniera esaustiva e piena dando pieno riscontro agli elementi acquisiti durante la perquisizione». Così il procuratore capo di Alessandria, Enrico Cieri che ha aggiunto: «l’indagato ha ribadito di voler danneggiare le cose ma ha escluso la volontà omicida».Indagata a piede libero anche la moglie. Dietro la tragedia ci sarebbe una tentata frode all’assicurazione, come ha confermato il procuratore capo Alessandria. L’intenzione di Vincenti sarebbe stata quella di danneggiare l’immobile ma comunque gli e’ stato contestato l’omicidio plurimo perche’ non ha avvertito i soccorritori della presenza delle bombole di gas.

Leggi anche:   Ex Ilva: ArcelorMittal deposita l'atto di recesso. Governo preoccupato