Juve vince a Mosca (1-2) con magìa di Douglas Costa. Qualificata per gli ottavi

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Magìa di Douglas Costa al 93′ e la Juventus vince a Mosca contro il Lokomotiv e si qualifica con due turni di anticipo agli ottavi di finale di Champions. Il primo gol era stato segnato da Ramsey al 4′. La classifica del gruppo D vede i bianconeri salire a 10 punti, ferma a 3 la Lokomotiv terza ma
matematicamente fuori dai primi due posti. Completano il girone Atletico Madrid e Bayer Leverkusen.

Al 4′ la Juventus sblocca la gara grazie a una papera del portiere Guilherme che si fa sorprendere da una punizione dalla lunga distanza di Ronaldo, la palla passa sotto le gambe dell’estremo difensore russo e supera la linea di porta su tocco di Ramsey. Insistono i bianconeri, Ronaldo controlla un pallone volante ma il tiro viene alzato in angolo da Howedes. Al 12′ arriva il pari della squadra moscovita, Krychowiak scodella al centro per Miranchuk che di
testa colpisce il palo, sul rimpallo l’attaccante è lesto a ribattere in rete bissando il gol nella gara di andata vinta 2-1 dai campioni d’Italia. Ripartenza dei russi con Zhemaletdinov che dal limite tenta un tiro deviato sopra la traversa. Sull’altro fronte, Rabiot pesca Ronaldo al limite, il portoghese si gira ma la conclusione non impensierisce il portiere. Insiste il Lokomotiv, destro di Joao Mario deviato in angolo da un difensore. Soffre la Juve, dopo un liscio in area di Miranchuk il numero 59 di testa non trova la porta da buona posizione. Al 27′ affondo di Krychowiak che lascia partire un tracciante bloccato
in presa bassa da Szczesny. Poco dopo angolo per la Juventus con un pallone velenoso a centro area di Pjanic bloccato da Guilherme. Cross di Alex Sandro per Ronaldo che di testa non trova la porta.

Poco dopo la mezz’ora di gioco, occasione Juventus con Khedira che mette col contagiri al centro un pallone per Higuain, il Pipita al volo da due passi impegna Guilherme bravo a salvarsi in angolo. Ancora Higuain con una gran botta centrale, il portiere si salva di pugno. La ripresa comincia con una punizione velenosa di Ronaldo dai 27 metri con il portiere pronto alla parata in tuffo. Al 53′ ci prova da fuori Barinov, palla a lato. Sotto una pioggia battente ci prova Ronaldo con una staffilata deviata in angolo dall’estremo difensore. Intensifica gli attacchi la squadra di Sarri, pallone al limite per Khedira chiuso al momento del tiro. Break della Lokomotiv con Miranchuk che cerca di disorientare Rugani, il tiro debole è facile preda di Szczesny. Al 64′ esce Ramsey, dentro Bentancur. Contropiede della Lokomotiv al 66′ in superiorità numerica, Joao Mario spreca tutto con un tiro che sorvola la traversa. Passano una manciata di secondi e Miranchuk impegna Szczesny con un tiro da fuori. Tra le fila bianconere entra anche Douglas Costa per Khedira. Azione personale di Rabiot che fa tutto bene, entra in area dribblando un difensore ma il passaggio dal fondo non trova compagni liberi. Complice il terreno pesante per la pioggia si fa sentire la stanchezza, si gioca a ritmi più bassi. Al 77′ doppia occasione per i russi, Szczesny salva in uscita bassa su Krychowiak, la palla arriva a Joao Mario che colpisce a botta sicura ma Bonucci salva sulla linea. All’81’ esce Ronaldo, c’è spazio per Dybala. E’ l’argentino in scivolata a tentare la conclusione vincente su invito di Rabiot, palla fuori d’un soffio. All’86’ conclusione sopra il montante di Krychowiak. Allo scadere botta di Pjanic deviata in angolo da un difensore. Assedio bianconero nel recupero, al 93′ Douglas Costa triangola con Higuain che gli restituisce palla, davanti a Guilherme il brasiliano non sbaglia: 2-1 Juve e qualificazione agli ottavi in cassaforte.

Leggi anche:   Ex Ilva: ArcelorMittal deposita l'atto di recesso. Governo preoccupato

Paulo Soares