La Turchia attacca. Raid in Siria. Annuncio di Erdogan su Twitter

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

E’ stato lo stesso presidente, Recep Tayyip Erdogan, ad annunciare, via Twitter, l’attacco della Turchia. Ossia il raid in Siria. L’operazione militare della Turchia contro le forze curde nel nord-est della Siria è dunque cominciata. In mattinata i media locali hanno fatto sapere che cinquemila i soldati delle forze speciali turche erano pronti a entrare nel nord-est della Siria per l’annunciata operazione militare contro le milizie curde dell’Ypg. Lo riportano media locali, secondo cui i militari delle brigate commando sono schierati al confine con decine di convogli di blindati.

Le autorità curdo-siriane annunciano una mobilitazione e allerta generali in tutto il Nord-Est siriano per difendersi dalle «minacce dell’esercito turco e dei suoi mercenari di attaccare la regione frontaliera siriana nord-orientale». Intanto l’Isis ha rivendicato una serie di attacchi compiuti contro forze curdo-siriane nel nord-est della Siria. Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, secondo cui lo «Stato islamico» ha ammesso, attraverso i suoi canali sui social network, la responsabilità di attacchi compiuti nelle ultime 24 ore contro basi e postazioni curde e Raqqa e nella città di Tabqa, sull’Eufrate.

.Gilda Giusti

Leggi anche:   in Palazzo Vecchio la cerimonia finale del premio giornalistico Letizia Leviti