Competitività della PMI, il sostegno dell’economia circolare

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

AGIPRESS – Le condizioni dell’economia circolare nelle PMI in ambito di rendicontazione e di potenzialità di sviluppo, come stanno lavorando a questo le PMI, quali le nuove proposte sul tema di recupero e riciclo dei materiali, come valorizzare la filiera produttiva di aziende che hanno lavorato su temi comuni relativi alla sostenibilità. Sono alcuni dei quesiti di cui si dibatterà nel corso della decima edizione del Focus PMI, l’Osservatorio annuale sulle Piccole e Medie Imprese ideato e organizzato da LS Lexjus Sinacta, il cui scopo è stimolare un confronto tra autorevoli personalità del mondo economico, finanziario e politico partendo ogni anno da un argomento diverso di attualità nel panorama della piccola e media imprenditoria. Quest’anno l’iniziativa verrà ospitata a Palazzo Turati, sede della Camera di Commercio di Milano, martedì 15 ottobre, dalle ore 9:00 alle 13:00. Il tema affrontato sarà “L’economia circolare a sostegno della competitività delle PMI”, evidenziata dalla presentazione in anteprima della ricerca affidata alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, in persona del prof. Fabio Iraldo. “Nelle nostre ricerche  – spiega Iraldo in una nota – abbiamo riscontrato un impegno a macchia di leopardo concentrato soprattutto in alcuni specifici ambiti di attività aziendale e della catena del valore: interessante notare, infatti, come tutte le aziende considerino in primis i fattori interni all’azienda come principali driver delle azioni messe in atto, ma rilevante è anche il miglioramento della soddisfazione dei clienti e dell’immagine aziendale compiuta sulla base della circolarità. Spesso però il rallentamento nell’attività sostenibile delle aziende, secondo quanto affermano le stesse, è dovuto principalmente alla mancanza di adeguati incentivi (spesso ricchi di contraddizioni nelle proposte) ed agli elevati costi di investimento.”

 

Leggi anche:   Cloud, in Italia vale 2,77 Miliardi di Euro nel 2019 (+18%)