Gualtieri: stop Iva ma non escluse rimodulazioni. Allarme degli industriali

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Davanti agli industriali Gualtieri parla dell’Iva e conferma quello che tutti sospettano. la bugia del Governo che nega gli aumenti ma annuncia rimodulazioni, se non è zuppa è pan bagnato, la solita ipocrisia dem. Gualtieri ha parlato di ‘effetti positivi in termini di redistribuzione dei redditi’ per un’evntule rimodulazione dell’Iva.

Sui conti però è allarme di Confindustria. L’Italia “è ancora sulla soglia della crescita zero” e “rischia di cadere in recessione in caso di nuovi shock”. E’ il nuovo allarme lanciato dal Centro studi di Confindustria. Se fosse confermato il rialzo di Iva e accise, gli economisti stimano che il Pil rimarrà fermo sia quest’anno sia nel 2020, ma in caso contrario “crescerebbe dello 0,4%”. Per Confindustria, nonostante l’economia sia ferma da oltre un anno, i conti pubblici sono migliori “di quanto indicato nella NaDef”. Gli industriali chiedono quindi una svolta nel 2020 e propongono di ampliare la platea dei beneficiari del bonus di 80 euro ai lavoratori incipienti e di intervenire sull’Irpef allineando i primi due scaglioni.

Leggi anche:   Renzi, Leopolda di sfida: «Cancelleremo quota 100»