Paolo Gentiloni nuovo commissario agli affari economici Ue

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Paolo Gentiloni sara’ il nuovo commissario europeo agli Affari Economici. Lo ha annunciato la presidente laCommissione, Ursula von der Leyen.

«Oggi presento una squadra ben equilibrata e che riunisce competenza ed esperienza, voglio una commissione che lavori con determinazione e che offra delle risposte – ha detto von der Leyen-. Voglio una commissione che sia flessibile moderna e agile. Vorrei ringraziare Juncker per il suo sostegno in queste ultime settimane, molto gentilmente ha messo a disposizione la sua equipe e oggi la sua sala stampa. Lo conosco da quando sono entrata in politica in politica e ho molto imparato da lui ed è un onore succedergli».

Questa la composizione della commissione europea annunciata dalla Presidente eletta Ursula von der Leyen. I tre vice-presidenti esecutivi sono: Frans Timmermans (Olanda) che coordinera’ le attivita’ per il Green Deal europeo e gestira’ la politica di azione per il clima; Margrethe Vestager (Danimarca) che coordinera’ l’intera agenda digitale e sara’ commissaria perla concorrenza; Valdis Dombrovskis (Lettonia) coordinera’ le attivita’ per un’economia al servizio delle persone e sara’commissario per i servizi finanziari.

I cinque altrivicepresidenti sono: Josep Borrell (Spagna) che sara’ alto rappresentante e vicepresidente designato; Vera Jourová (Repubblica ceca) ai valori e trasparenza; Margaritis Schinas(Grecia) che si occupera’ di “proteggere il nostro stile di vita europeo”; Maro​​Sefcovic (Slovacchia) alle relazioni interistituzionali e prospettive strategiche; Dubravka ​uica(Croazia) con delega a democrazia e demografia.

Dubravka ​uica guidera’ inoltre le attivita’ della Commissione nell’ambito della conferenza sul futuro dell’Europa. Gli altri commissari avranno le seguenti funzioni: Johannes Hahn (Austria)si occupera’ di “Bilancio e amministrazione”; Didier Reynders(Belgio) sara’ responsabile della Giustizia; a Mariya Gabriel(Bulgaria) spetta il portafoglio “innovazione e gioventu’”; StellaKyriakides (Cipro) alla salute; Kadri Simson (Estonia) all’energia; Jutta Urpilainen (Finlandia) ai “Partenariati internazionali”; Sylvie Goulard (Francia) al “Mercato interno” e responsabile della nuova direzione generale dell’Industria della difesa e dello spazio; László Trócsányi sara’ a capo del portafoglio “Vicinato e allargamento”; Phil Hogan (Irlanda), avra’ il portafoglio “Commercio”; Paolo Gentiloni, come detto, guidera’ portafoglio “Economia”; Virginijus Sinkevicius (Lituania) si occupera’ di “Ambiente e oceani”; Nicolas Schmit (Lussemburgo) al “Lavoro”; Helena Dalli (Malta) all’”Uguaglianza”; Janusz Wojciechowski (Polonia) all’agricoltura; Elisa Ferreira (Portogallo) a coesione e riforme; Rovana Plumb (Romania) sara’incaricata dei trasporti; Janez Lenarcic (Slovenia) sara’responsabile del portafoglio “Gestione delle crisi”. Infine, Ylva Johansson (Svezia) guidera’ il portafoglio “Affari interni”.

Ora che sono stati ufficializzati i ruoli dei commissari e che il Consiglio dell’Ue ha approvato l’elenco dei candidati, il collegio deve essere valutato dal Parlamento europeo. L’Europarlamento dovrà votare l’intera squadra e approvare la sua composizione. Ma prima le singole commissioni parlamentari dovranno valutare, per competenza, ogni singolo commissario in seguito ad apposite audizioni. E non per tutti i commissari la fiducia è scontata. Una volta arrivata l’approvazione definitiva dall’emiciclo di Strasburgo, i commissari verranno nominati ufficialmente dal Consiglio europeo.

Leggi anche:   Espulsi 5 magrebini radicalizzati