Ponte: Genova ricorda il crollo che costò la vita a 43 persone. Molti no alla passerella politica

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Un anno dopo, il 14 agosto 2019, Genva ricorda. Prò ha scelto luoghi diversi per commemorare il primo anniversario del crollo del ponte Morandi. La cerimonia ufficiale, alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, il premier Giuseppe Conte, i vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini, e i ministro Toninelli e Bonisoli si terrà in un capannone nei pressi del luogo dove sta nascendo la nuova pila nove del viadotto e dove ci saranno molti familiari delle vittime, ma non tutti: perchè alcuni, come i genitori dei ragazzi di Torre del Greco, hanno detto no alla passerella della politica. Gli sfollati, invece, come tutti i mesi, si ritroveranno per perpetrare il rito del lancio di 43 rose bianche nel torrente Polcevera, accompagnato da 43 rintocchi di campana tibetana.

Due maxischermi saranno montati in via 30 giugno per permettere ai cittadini di assistere alla commemorazione. A Certosa, alle 11.36 momento del crollo, i commercianti si riuniranno in piazza Petrella, per un minuto di silenzio. In quel momento tutte le campane delle chiese suoneranno a lutto. Nel pomeriggio, i familiari delle vittime si riuniranno, sempre nei pressi del cantiere della pila 9, per un momento privato: incontreranno i soccorritori per ringraziarli e donare targhe ricordo. E sempre nel pomeriggio è prevista una
riunione del comitato degli sfollati.

Ernesto Giusti

Leggi anche:   Tav Torino Lione: Consiglio regione Lombardia approva ordine del giorno per rapida realizzazione