Pisa: rimpasto in comune. Via anche l’assessore contestato

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

L’assessore alla cultura, Andrea Buscemi, già contestato, lascia la delega alla cultura dell’amministrazione comunale di Pisa. Il sindaco, Michele Conti, ha cambiato anche l’assessore all’istruzione. E allora vediamo: Pierpaolo Magnani prende il posto di Andrea Buscemi alla cultura, e Sandra Munno, che subentra nel ruolo che è stato di Rosanna Cardia, alla pubblica istruzione. I due nuovi assessori entrano rispettivamente in quota Lega e Fdi.

Buscemi, si apprende dalla nota del Comune, è stato avvicendato assecondando la «sua rinuncia a continuare per motivi personali». I rumors politici indicano per l’attore un prossimo incarico nel settore della cultura da parte del Comune di Montecatini Terme (Pistoia) governato dal Carroccio. L’assessore ha vissuto comunque a Pisa un anno al centro delle polemiche politiche, legate soprattutto alla vicenda giudiziaria che lo ha visto imputato di stalking nei confronti dell’ex fidanzata. Processo per il quale è uscito prosciolto per intervenuta prescrizione e per il quale le femministe pisane raccolsero decine di migliaia di firme inviate anche al Quirinale per chiedere che non rivestisse incarichi pubblici. Magnani, 54 anni, è un videomaker per passione e impiegato della filiale livornese di Banca d’Italia, ha due lauree ed è appassionato di teatro. Munno, 55 anni, avvocato civilista è stata difensore civico del Comune di Calci.

Ernesto Giusti

Leggi anche:   Gentiloni: «M'impegnerò per la sostenibilità sociale e ambientale»