ARRIVA IL PRIMO CENTRO COMMERCIALE SU ALEXA DI AMAZON

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

AGIPRESS – Romaest, centro gestito e ri-commercializzato da Savills sin dalla sua apertura, è il primo Centro Commerciale a sbarcare su Alexa. Obiettivo del progetto legato all’AI (artificial intelligence) di Amazon, è quello di facilitare e consolidare la relazione quotidiana del Centro con i suoi clienti attraverso la skill dell’assistente intelligente di Amazon. Il progetto, unico nel suo genere nel panorama del Retail Real Estate, rappresenta un’opportunità di contatto innovativa, interattiva e intuitiva per l’utente, oltre a un nuovo modo di vivere l’esperienza online attraverso l’interazione vocale. “La journey dei nostri visitatori e clienti è decisamente mutata nel tempo ed anche per questo aumenta costantemente l’esigenza di rimanere in contatto con i Centri Commerciali anche mentre si è a casa – dichiara Yashar Deljoye Sabeti, Head of Marketing di Savills – e non solo con i dispositivi ormai classici come smartphone e tablet, ma anche con nuovi mezzi interattivi ed evoluti come gli assistenti vocali, dei quali Alexa è ad oggi leader di mercato. L’approccio di Romaest su Alexa, va oltre il sito web ed i canali social e pone il customer care del mall ad un nuovo livello di sofisticazione ed innovazione tecnologica. In futuro arriveranno nuove ed interessanti integrazioni alla skill in questione, per migliorare ed arricchire ulteriormente l’esperienza dei nostri utenti”. La skill Romaest di Alexa permette da oggi all’utente di chiedere informazioni non solo sui punti vendita interni, sugli orari e sui servizi attivi all’interno del Centro, ma anche sugli eventi in programma, fornendo un servizio di customer care in tempo reale anche da casa, anche tramite lo smartphone. Il dispositivo intelligente è in grado di rispondere alle domande più frequenti dell’utente – “Alexa, che servizi ci sono per bambini?” oppure “Alexa, puoi darmi gli orari del Centro?” -, ma anche a quelle più specifiche come “Alexa, ci sono ristoranti per celiaci?”. Un numero di domande destinato a crescere grazie a un ambiente digitale costantemente aggiornato e integrato con gli altri canali di Customer Care, dall’Infopoint ai messaggi Social fino al canale WhatsApp di Romaest e al sito web.

Il progetto è stato realizzato insieme all’agenzia Sowhat, specializzata in digital communication per Centri Commerciali e Retail, con focus su sviluppo e supporto in ambito Social, New Media Marketing e Digital Advertising. «L’evoluzione dei sistemi di Natural Language Processing – commenta Giordano Dolfi, founder di Sowhat – assieme alla repentina diffusione di dispositivi Alexa e Google Home in milioni di case, rappresenta una e vera e propria rivoluzione che sta delineando nuovi scenari di comunicazione e interazione. Il linguaggio naturale possiede una forza espressiva e, soprattutto, immediata che può essere sfruttata sempre più nelle comunicazioni quotidiane”.

Leggi anche:   Lo sviluppo di cultura e competenze digitali