Investimenti stranieri in Francia, ruolo centrale dell’Italia

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

AGIPRESS – Il “Rapporto 2018 sugli investimenti esteri in Francia”, pubblicato dall’agenzia nazionale Business France, analizza le dinamiche degli investimenti esteri in Francia. L’ultima edizione del report, pubblicato con cadenza annuale, attesta la rinnovata fiducia degli investitori stranieri per il territorio francese. Nel 2018, sono stati avviati in Francia 1.323 progetti di investimento estero, il 2 per cento in più rispetto all’anno precedente. Una media di 25 decisioni di investimento alla settimana. Tali decisioni di investimento – spiega una nota – hanno consentito di creare o mantenere 30.302 posti di lavoro sul territorio francese. La Francia diventa così il secondo paese europeo più attraente dopo la Germania. Nel 2018, gli investimenti esteri in Francia provengono da 58 paesi diversi. Gli investimenti generati da paesi europei restano predominanti (61% del totale). I principali paesi investitori in Francia sono gli Stati Uniti (18% dei progetti totali), la Germania (14%) e il Regno Unito (9%). Rispetto all’anno precedente, si registra un incremento del 33% dei progetti di investimento avviati in Francia da società provenienti dal Regno Unito e attive nei settori della consulenza, della finanza, dell’IT e dei servizi informatici.

LA PRESENZA ITALIANA IN FRANCIA – Oltre 1700 aziende francesi sono controllate da un investitore italiano. Queste filiali francesi di gruppi italiani impiegano circa 63 000 persone su tutto il territorio francese. Il report 2018 di Business France conferma il ruolo rilevante assunto dall’Italia, con 94 nuovi progetti di investimento in Francia nel 2018 (7% del totale degli investimenti esteri in Francia). Tali progetti di investimento consentiranno di creare o mantenere 1.502 posti di lavoro in Francia. La Francia si conferma come primo paese di destinazione dei progetti d’investimento italiani avviati in Europa (37% dei progetti italiani), seguita dalla Spagna (14%) e dalla Germania (14%). I numeri contenuti nel “Rapporto 2018 sugli investimenti esteri in Francia” confermano quindi l’interesse e la fiducia degli imprenditori esteri, ed in particolar modo italiani, nei confronti della Francia.

Leggi anche:   Calano le vendite a maggio, Istat -0,7%