Champions league: Juve fuori dall’Europa, battuta (1-2) in casa dai giovani dell’Aiax

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Coppa stregata per la Juve. Per l’ennesima volta fuori prima della finale, neppure Cristiano Ronaldo riesce nel miracolo. Ma in Europa gli arbitraggi sono diversi e le avversarie sono indubbiamente più agguerrite delle deboli e sopravvalutate squadre italiane. Dunque la Juventus, superata in casa, saluta la Champions League: in semifinale ci va l’Ajax che ribalta il vantaggio di Ronaldo con van de Beek e de Ligt grazie soprattutto a un grande secondo tempo e a un gioco più spumeggiante.

Allegri inizia schierando un 4-3-3 con Dybala, Ronaldo e Bernardeschi in attacco. A centrocampo Emre Can, Pjanic e Matuidi. De Sciglio e Alex Sandro esterni, con Rugani e Bonucci a difesa di Szczensy. Mentre Ten Hag risponde col 4-2-3-1 con Tadic punta avanzata e Ziyech, van de Beek e Neres poco dietro. Schone e de Jong davanti alla difesa, Veltman e Mazraoui esterni con Blind e de Ligt al centro della difesa.

Nel primo tempo la partita è stata combattuta e aperta, la Juve si è portata in vantaggio al 28′ su azione di corner col solito Ronaldo; l’arbitro ha convalidato dopo aver consultato il Var per un presunto fallo di Bonucci che pare non esserci. Ma poi l’Aiax ha cominciato a macinare il suo gioco organizzato e a conquistare metri di campo. Fino al pareggio conquistato al 34′: dopo una conclusione da fuori, van de Beek in area controlla e insacca con un rasoterra. Altro check Var, ma anche stavolta il gol è buono. I lanceri continuano all’attacco, ma la Juventus controbatte e , nonostante 5 minuti di recupero, il risultato non si sblocca.

Nella ripresa riparte l’Aiax e già al 54′ il portiere bianconero si supera salvando su un tiro a botta sicura di Ziyech. Lo stesso Szczesny si ripete al 57′ su un gran tiro a giro di van de Beek, e vola a deviare in angolo. Ma al 67′ lanceri meritatamenti in vantaggio con un gran colpo di testa di De Ligt su azione d’angolo. Ma non è finita, al 74′ Neres si divora il 3-1. Errore di Rugani, quindi palla in area ma il brasiliano colpisce male.

Attacca la Juve alla ricerca del pareggio, ma questa volta neppure Kean può fare il miracolo. E alla fine la Juve chiede pure un calcio di rigore, negato dopo consultazione del var. I bianconeri escono mestamente dall’Arena. Ci riproveranno l’anno prossimo, visto che nel prossimo turno di campionato, contro i viola, conquisteranno matematicamente l’ottavo titolo consecutivo. Ma la Coppa resta sempre una chimera.

TABELLINO

JUVENTUS (4-3-3) Szczesny 7; De Sciglio 5.5 (64′ Cancelo 4.5), Bonucci 4.5, Rugani 5, Alex Sandro 5; Emre Can 6, Pjanic 4.5, Matuidi 5.5; Bernardeschi 4 (80′ Bentancur s.v), Dybala 5 (46′ Kean 5.5), Cristiano Ronaldo 6.5. Allenatore: Allegri

AJAX (4-2-3-1) Onana 6; Veltman 7, De Ligt 8, Blind 7.6, Mazraoui s.v. (10′ Sinkgraven 6.5 (82′ Magallan s.v.); Schone 7, De Jong 7; Ziyech 5.5 (88′ Huntelaar s.v.), Van De Beek 8, Neres 7; Tadic 7. Allenatore: ten Hag

Arbitro: Turpin

Ammoniti: Emre Can, Ronaldo

MARCATORI: 28′ Ronaldo, 34′ Van de Beek, 67′ De Ligt

Leggi anche:   Elezioni: ballottaggi a Prato e Livorno (e in altri 16 comuni) domenica 9 giugno