Residenza anche ai richiedenti asilo. Giudice disapplica decreto Salvini

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

«Ogni richiedente asilo, una volta che abbia presentato la domanda di protezione internazionale, deve intendersi comunque regolarmente soggiornante, in quanto ha il diritto di soggiornare nel territorio dello Stato durante l’esame della domanda di asilo e, quindi, è autorizzato a presentare domanda di iscrizione all’anagrafe. Iscrizione che i comuni non possono rifiutare perchè il diniego sarebbe discriminatorio, come sancito dalla Costituzione, per i cittadini stranieri». La magistratura ancora in contrasto con il ministro Salvini. Con queste motivazioni infatti il giudice Carlo Carvisiglia del tribunale di Firenze ha accolto il ricorso di un cittadino somalo a cui il comune di Scandicci aveva rifiutato l’iscrizione all’anagrafe per il Decreto sicurezza. La notizia è confermata dall’avvocato Noris Morandi dell’Asgi (Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione): “Credo sia la prima in Italia”, spiega il legale. Per il giudice la parità di trattamento tra stranieri e regolarmente soggiornanti e cittadini è considerata fondamentale dalla Corte Costituzionale”

Calendario Tweet

agosto 2022
L M M G V S D
« Lug    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031