Piccole e medie imprese italiane, intesa per accesso al credito

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

AGIPRESS – ROMA – Accesso al credito più semplice e vantaggioso per le piccole e medie imprese italiane. È questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato al Ministero dello Sviluppo Economico dalla Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Marina Calderone, e dall’Amministratore Delegato del Mediocredito Centrale – Banca del Mezzogiorno S.p.A., Bernardo Mattarella. Nell’ambito delle proprie attività svolte in favore degli iscritti nel relativo albo professionale, grazie a questo accordo, il Consiglio nazionale darà l’opportunità ai Consulenti del Lavoro di offrire ai propri clienti, quali le piccole e medie imprese che abbiano la necessità di reperire risorse finanziarie, la possibilità di accedere a finanziamenti a condizioni economiche di vantaggio. Sono 1,5 milioni le aziende che hanno depositato all’Inps la delega ai Consulenti sugli adempimenti in materia di lavoro. In particolare, Mediocredito Centrale si impegna a riconoscere alle imprese meritevoli di credito, comprese le start up, una riduzione dello spread per i finanziamenti sia con finalità di investimento sia con finalità di circolante, richiesti attraverso il portale on line della Banca per un importo massimo di 500 mila euro. (Agipress)

Leggi anche:   L’ECONOMIA DELL’USATO CRESCE, VALE 23 MILIARDI DI EURO, L’1,3% DEL PIL