Condannato il gilet giallo ex pugile che picchiò i gendarmi

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Dovrà scontare un anno di reclusione Christophe Dettinger, il gilet giallo già pugile campione di Francia dei pesi massimi leggeri, arrestato per avere selvaggiamente picchiato due gendarmi all”inizio di gennaio durante le manifestazioni per l”atto 6 della protesta. I media francesi riferiscono infatti che Dettinger, che ha 37 anni, è stato condannato dal tribunale di Parigi a due anni e mezzo di carcere con la sospensione condizionale di un anno e mezzo della pena. Anche la pena di un anno, tuttavia, potrà essere scontata in regime di semi-libertà.
L”ex boxeur era difeso, oltre che dai suoi legali, anche da Henri Leclerc, decano dei penalisti e paladino delle libertà del cittadino. Di fronte, uno dei due gendarmi picchiati. L”altro, ancora in malattia, non era in grado di essere presente in aula. L”ex campione di Francia 2007 e 2008 rischiava fino a 7 anni di carcere. Il 5 gennaio, durante i disordini sulla passerella che attraversa la Senna fra le Tuileries e l”Assemblée Nationale, aveva assestato una serie di pugni impressionanti a un gendarme. Il video era stato diffuso sul web, così come quello successivo, in cui lo si vede prendere violentemente a calci un gendarme già in terra.

Leggi anche:   Necessità di progetti internazionali per l’ortofrutta italiana