Stop ai bagarini davanti ai musei e limitazioni ai risciò in centro

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

La giunta comunale di Firenze ha approvato modifiche al regolamento per la tutela del centro storico, su proposta dell’assessore allo sviluppo economico e turismo Cecilia Del Re: fra le novità introdotte, lo stop ai bagarini davanti ai musei, risciò consentiti solo in alcune zone del centro e nuova stretta contro i furbetti del trasferimento e dell’ampliamento delle attività alimentari in area Unesco.
«Con queste modifiche – ha spiegato l’assessore, riferendosi all”ultimo punto citato – i trasferimenti di attività in centro storico rimarranno ovviamente consentiti, ma nei locali lasciati liberi da queste attività non potranno più aprire ristoranti, bar o altre attività che prevedano la vendita di cibo. Un intervento per garantire che il saldo tra le attività alimentari trasferite e quelle nuove sia zero».
I cosiddetti risciò, mezzi con più di due ruote utilizzati a fini turistici, potranno entrare e circolare solo in alcune zone dell’area Unesco, che saranno individuate dal Comune con la Sovrintendenza «per contribuire a delocalizzare i flussi turistici – sostiene Palazzo Vecchio – e promuovere altre aree della città attraverso percorsi espressamente autorizzati».

Leggi anche:   Migranti: no preservativi gratis. M5S fa retromarcia, la Lega non vuole