Richiedenti asilo senza biglietto si rifiutano di scendere dal bus. Denunciati dai carabinieri

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

I carabinieri di Abetone (Pistoia) hanno identificato e denunciato per interruzione di pubblico servizio, dieci giovani ospiti di una struttura che accoglie richiedenti asilo. I giovani, provenienti dal Gambia, Senegal, Mali, Nigeria e Costa d’Avorio, nel tardo pomeriggio di giovedì scorso, erano saliti a bordo di un autobus del Copit in partenza dalla località montana per Pistoia, privi del biglietto. Alle rimostranze del conducente si erano rifiutati di acquistarlo e di scendere dal mezzo.
Sul posto è intervenuta una pattuglia di carabinieri che ha fatto scendere il gruppo di richiedenti asilo identificandoli con il concorso del personale del centro di accoglienza dove sono ospitati. Due di essi sono stati denunciati anche per avere rifiutato di mostrare i propri documenti e di fornire le proprie generalità, mentre altri tre giovani sono stati denunciati per non avere al seguito alcun documento di identificazione e soggiorno. L’autobus ha potuto riprendere la sua corsa dopo circa una mezz’ora.
I carabinieri hanno poi denunciato altri due ospiti della medesima struttura che mercoledì scorso avrebbero percosso e minacciato due operatori della Misericordia, che stavano provvedendo al cambio delle lenzuola, per impedire loro di accedere nella camera da loro occupata. Si tratta di due cittadini ivoriani di 19 e 25 anni

Leggi anche:   Immigrato irregolare, accusato di reati contro il patrimonio, non può essere espulso perché ha l’epatite