Ponte Genova, Conte: «Approvato il decreto emergenze. Il commissario? Parlerò con Toti. Vedremo»

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

«Abbiamo adottato un ddl, in particolare sulla concretezza delle pubbliche amministrazioni contro l’assenteismo, e il decreto sulle emergenze». Lo ha detto il premier Giuseppe Conte in una conferenza stampa a Palazzo Chigi. E ancora: «Con Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria, il collegamento è costante, ma il nome del commissario per Genova, dopo il crollo del ponte Morandi, non c’è, ci riserviamo di farlo poi e sarà affidato a un dl del presidente del consiglio fatto successivamente».

All’inizio della conferenza stampa, Conte ha ricordato l’impegno del governo sin dall’inizio della tragedia, richiamando le misure varate, compresa quella che aveva visto indicare Toti come commissario. Ma le sue parole creano un misunderstanding, con alcuni giornalisti che pensano che il governatore sia stato confermato come commissario, un ruolo che starebbe creando tensioni all’interno dell’esecutivo. Ma al termine della conferenza stampa, Conte puntualizza che il nome del commissario verrà indicato poi.

«Domani, venerdì 14 settembre, sarò a Genova – aggiunge Conte – sentirò i rappresentanti degli enti locali e presenterò il frutto del nostro lavoro per condividerlo anche con loro, se ci sono suggerimenti siamo pronti ad accoglierli. Per questo il provvedimento sarebbe stato approvato salvo intese: è giusto che un provvedimento del genere raccolga le istanze locali».

Sandro Bennucci

 

Leggi anche:   Migranti: Malta dà benzina e bussola per l'Italia. La denuncia di Salvini