Nuove fermate autobus nello spazio di vendita di un ortofrutta

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Al primo giorno del nuovo capolinea delle linee 2 e 28 e relativa fermata della linea 20 abbiamo avuto i primi problemi: lo spazio del capolinea infatti è in concomitanza con lo spazio di vendita del banco del fruttivendolo di piazza Dalmazia. E’ quanto denuncia, in una nota, la segreteria Firenze tpl della Fast Confsal.
«Difatti , come possiamo vedere da foto allegate, egli è stato costretto a piazzare dapprima dei birilli, poi ad aprire la tenda al massimo della sua estensione con l’intento di ostacolare ed evitare la sosta dei bus ATAF cercando di difendere oltre il proprio spazio di vendita anche l’incolumità dei suoi clienti intenti a scegliere e acquistare i prodotti. Ovviamente per la professionalità e il buon senso dei nostri colleghi non sono accaduti screzi e il servizio è stato in quest’ambito regolare.
Ci domandiamo però, come sia stato possibile in fase di progettazione non trovare una soluzione differente per coloro che dovevano essere a conoscenza di questa situazione.
Come abbiamo espresso in molte occasioni e nei nostri comunicati dei mesi scorsi era indispensabile organizzare un Tavolo con tutte la parti concordando modifiche e dettagli del progetto di riorganizzazione del servizio T.P.L. La conoscenza e l’esperienza che abbiamo noi lavoratori crediamo non si possa sostituire con tecnici comunali a tavolino e temiamo perciò che nei prossimi giorni avremo altre problematiche nella nuova rete del T.P.L.
Con questo comunicato chiediamo un intervento urgente per risolvere la questione che assolutamente non incida sul lavoro del commerciante che ha tutto il diritto di rimanere al suo posto e che al tempo stesso garantisca ai lavoratori Ataf lo spazio e la sicurezza necessari alla sosta dei bus al capolinea».

Leggi anche:   Toscana Aeroporti: ricavi per 61 milioni (+10%) nei primi sei mesi 2018