Estate Fiorentina: la settimana del Flower, spazio estivo al Piazzale Michelangelo

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

È partita la terza stagione del Flower al Piazzale Michelangelo, lo spazio estivo con vista panoramica nel quale da luglio ad ottobre si alterneranno ogni sera talk show, concerti, spettacoli teatrali, presentazioni di libri e molti altri eventi inclusi nel cartellone dell’Estate Fiorentina.

Ogni sera un appuntamento diverso, con ospiti di fama nazionale e giovani artisti emergenti. Una delle novità è “Book Flower”, rassegna dedicata a letteratura e poesia (a cura de La Nottola di Minerva) che prende il via domani, martedì 3 luglio, con “Prima di non andare via”, incontro dedicato al tema del viaggio (ore 18.30, ingresso libero). Sul palco saliranno i poeti Sauro Albisani, Rosalba de Filippis e Davide Rondoni, mentre l’accompagnamento musicale dal vivo sarà assicurato dal polistrumentista Gabriele Savarese.

Dieci martedì, tra luglio e ottobre, alle ore 18.30, per raccontare attraverso le parole degli autori, accompagnati da musica dal vivo, l’amicizia, l’amore, i rapporti familiari, avvicinando temi come il viaggio, il dialogo tra culture e le realtà virtuali. Tra gli ospiti confermati Sergio Staino, Roberto Innocenti, Caterina Bonvicini, Vanni Santoni, Giampaolo Simi, Pietro Grossi, il premio Strega Tiziano Scarpa, Izzedin Elzir.

Sono tre le rassegne ideate dal Teatro della Toscana per la stagione 2018 del Flower. “Ed io tra voi”, momenti musicali di grande intimità durante i quali un musicista si esibisce da solo con il suo strumento come fosse nel salotto di casa per una serata tra amici, sarà aperta da Massimiliano Larocca mercoledì 4 luglio (ore 21, ingresso libero). Seguiranno poi appuntamenti con Francesco Garito (06/07), David Vaggelli e un evento a sorpresa dedicato alla musica del 1978. “L’ora di letteratura” è un viaggio nei capolavori della letteratura italiana, a cura dei Nuovi del Niccolini, gruppo dei diplomati della Scuola Orazio Costa della Fondazione impegnati da marzo 2018 nella gestione del Teatro Niccolini. “Bellezza in movimento: città, uomini, sport”, a cura dell’Accademia dell’Uomo, metterà invece a confronto sport e bellezza, a partire dal contesto cittadino.

Altra novità di quest’anno “Storia visione attesa”, ciclo di incontri a cura di Controradio con autori autorevoli che raccontano la nostra contemporaneità. Bussole per orientarsi fra passato e futuro. Primo appuntamento giovedì 5 luglio con Max Collini, musicista, autore e attore (ore 21, ingresso libero). Tra i protagonisti della rassegna “il Camilleri di Grecia” Petros Markaris (06/07 ore 18.30), Francesco Magris (19/07 ore 21), il giornalista Guido Olimpio (26/07 ore 21), Piero Fassino (13/09 ore 21) e Alba Donati (27/09 ore 21). Tra le conferme del Flower, la rassegna di Talk (Radio) Show “This is Florence”, incontri con i protagonisti della scena attuale, tra giornalismo, politica, letteratura. La rassegna torna il 2 agosto alle ore 21 con “Il futuro di Firenze, fra turismo di massa, residenza e globalizzazione”. Tutte le iniziative sono in diretta radio (FM 93.6 – 98,9) e da quest’anno anche sulla web tv dell’emittente, tramite i canali social (pagina Facebook Controradio Firenze).

La domenica sera (ma non solo) sarà animata dalla musica jazz, in collaborazione con il Dipartimento Jazz dell’Accademia Musicale di Firenze diretto da Alessandro Di Puccio. Gli ensemble che si alterneranno sul palco, formatesi appositamente per questa rassegna, saranno composte da giovani leve dell’Accademia, del Conservatorio Cherubini di Firenze e della Siena Jazz University. Ad arricchire la proposta musicale la presenza di musicisti di big della scena jazz tra cui Alessandro Fabbri, Dario Cecchini, Franco Nesti, Jacopo Martini, Nicola Cellai, Simone Santini, con lo scopo di cercare una sintesi tra cultura musicale e contemporaneità urbana, rendendo più fruibile un genere considerato difficile da molti.

Leggi anche:   RILANCIO TERME, ORA PUO' TORNARE LA SPERANZA ANCHE PER LE AZIENDE COMMERCIALI

Rinnovato l’allestimento in chiave green, con il riutilizzo di pannellature e altri elementi in dotazione ad Art in Progress. Il concetto chiave per la realizzazione del nuovo chiosco, progettato dall’architetto Chiara Fanigliulo, è stata l’idea di piazza e di crocevia cosmopolita: un luogo dove incontrarsi, idealmente ispirato alle architetture degli spazi pubblici della seconda metà dell’Ottocento, come il Mercato centrale di Firenze, strutture in ghisa per luoghi destinati alla collettività. Il progetto reinterpreta in chiave contemporanea alcuni temi, come il metallo e le trame. Il pergolato darà ulteriore movimento alla struttura e ombra ai tavoli.

Resta sul filone eco-friendly l’offerta gastronomica del punto ristoro, gestito anche quest’anno da Amblé, “tramezzineria” nota in città per l’attenzione all’ambiente, agli ingredienti di filiera corta e al riciclo, a partire dal packaging in carta riciclata. Niente plastica (anche le cannucce sono bio) e rifiuti al minimo. Ogni giorno si potranno gustare centrifughe di frutta di stagione, tramezzini gourmet e altri pasti freschi e smart.

Al timone del Flower si conferma l’associazione Art in Progress, in collaborazione con Controradio, Teatro della Toscana e La Nottola di Minerva per la programmazione culturale, amblé per la gestione del punto ristoro e – novità di quest’anno – OpenArt, associazione di artisti di strada che contribuirà al cartellone musicale con 14 serate fuori dagli schemi.

Roberta Manetti