Firenze, sicurezza stradale: controlli dei vigili urbani sull’uso del cellulare alla guida

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Prosegue l’attenzione della Polizia Municipale in materia di sicurezza stradale. Dopo le campagne mirate al rispetto dei limiti di velocità, la sosta a tutela delle categorie più deboli e delle fermate del trasporto pubblico, alla regolarità di assicurazioni e revisioni, da lunedì gli agenti del’Autoreparto torneranno a concentrarsi sull’uso del cellulare alla guida dei veicoli.
Per quanto riguarda la sanzione, la Polizia Municipale ricorda che il Codice della Strada prevede una multa da 161 euro e la decurtazione di 5 punti sulla patente per chi viene sorpreso alla guida al telefono senza l’uso di strumentazioni quali il vivavoce, gli auricolari o il bluetooth (punti che raddoppiano in caso di conducente neopatentati). In caso di recidiva in due anni scatterà la sospensione della patente. La Polizia Municipale inoltre raccomanda che le telefonate, anche con gli strumenti del caso, siano ridotte al minimo per evitare distrazioni ed incidenti. A una velocità di 50 chilometri orari un veicolo percorre 14 metri in un secondo e in 7 (tempo stimato per digitare un numero di telefono) ben 98 metri.

Intanto sono continuati i controlli nel fine settimana. Tredici veicoli controllati, 5 violazioni con altrettante multe, 2 mezzi sequestrati e un invito a presentare i documenti. È questo il resoconto degli accertamenti effettuati ieri dalle 18 fino a tarda notte dalla Polizia Municipale in San Jacopino. Obiettivo del posto di controllo dell’Autoreparto la sicurezza stradale con una particolare attenzione alla guida in stato di ebbrezza. Tredici i veicoli controllati: due quelli trovati senza assicurazione di cui uno anche privo di revisione con sanzioni per i conducenti rispettivamente 849 euro con sequestro ai fini della confisca e 169 euro con annotazione sulla carta di circolazione. Multati uno scooterista perché indossava un casco non omologato (verbale di 81 euro, fermo amministrativo del veicolo per 60 giorni e confisca del casco) e un automobilista per mancanza di revisione (169 euro e annotazione sulla carta di circolazione); per un altro è scattato l’invito a presentare i documenti presso gli uffici di Polizia Municipale. I veicoli sequestrati sono stati portati in depositeria e nessuno dei conducenti controllati è risultato positivo all’alcol test.

Leggi anche:   Maltempo: bomba d'acqua su Grosseto. Siena: annullata prova del Palio