Sparatoria a Follonica, l’omicida confessa: «Sono stato io»

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Raffaele Papa ha confessato: «Sono stato io». Sono le sue uniche parole pronunciate di fronte al pm Giampaolo Melchionna. Papa, 29 anni, ieri ha sparato con una pistola ai fratelli De Simone, uccidendo Salvatore, 42 anni e ferendo Massimiliano, 52 anni. Ferita anche una donna che passava in via Matteotti, a Follonica.

L’uomo, dopo essere rimasto in silenzio dal momento in cui è stato fermato dai carabinieri a Grosseto, circa due ore dopo aver sparato, ha deciso di confessare ma non ha aggiunto altri particolari perché «non me li ricordo». Il 29enne, difeso dall’avvocato Carlo Valle, è arrivato a Follonica 6 o 7 anni fa e ha aperto un’agenzia di pompe funebri, attività che a Grazzanise (Caserta), di dove è originaria la sua famiglia, era portata avanti già dai suoi nonni. Il 29enne lavora anche nella gastronomia di cui è titolare il padre, Antonio Papa. I locali si trovano accanto all’hotel Stella dei De Simone. Antonio Papa, in passato, è stato coinvolto in almeno due inchieste sulla camorra.

 

Leggi anche:   Isis, Abul-Hasan Al-Muhajir: colpite anche Russia e Iran, oltre a Usa e coalizione