Ema: sì condizionato del Parlamento europeo alla sede di Amsterdam

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

L’Olanda dovrà garantire sempre la piena e continua operatività dell’Ema, in futuro il Parlamento dovrà essere maggiormente coinvolto nella scelta delle sedi delle istituzioni e agenzie Ue e la Commissione europea dovrà riferire ogni tre mesi sullo stato di avanzamento del dossier Ema: queste le condizioni poste dalla commissione ambiente dell’Europarlamento al trasferimento della sede Ema da Londra ad Amsterdam con gli emendamenti approvati. Il voto finale dell’aula è previsto per giovedì 15 marzo.

Leggi anche:   Migranti: Casellati, l’Europa colpevole ha lasciato sola l’Italia