Berlino: Merkel e Schulz trovano l’accordo, governo forse già entro Pasqua

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Finalmente anche la Germania sembra aver trovato la quadra, con il ritorno a un governo di Grosse Koalition. «Credo che riusciremo a formare un governo entro Pasqua a condizione che il congresso Spd dia il suo consenso e che sia mantenuta la velocità che abbiamo raggiunto durante questi colloqui esplorativi», ha detto il leader dei cristiano-sociali bavaresi, Horst Seehofer. Il suo partito ha condiviso l’accordo all’unanimità. Nelle trattative è stata trovata un’intesa anche sull’assicurazione sanitaria: si tornerà al sistema per cui i contributi assicurativi saranno condivisi in ugual misura tra datore di lavoro e lavoratore.

Ho “lavorato in uno spirito di fiducia per poter dare al Paese un governo stabile”, ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel. “Dobbiamo essere più veloci nelle decisioni”, ha aggiunto. “Abbiamo raggiunto un risultato eccezionale”, ha detto il leader del partito socialdemocratico Martin Schulz, mettendo l’accento sui risultati raggiunti “per un contratto di governo” sullo stato sociale, con l’aumento degli aiuti alle famiglie, gli investimenti nel sistema della formazione.

“Una buona notizia per l’Europa”, scrive su Twitter il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. “In termini di sostanza sono molto contento di quanto Cdu-Csu e Spd hanno concordato. E’ un testo positivo e costruttivo per il futuro dell’Europa”, commenta il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker.

“Buone notizie sembrano giungere dalla Germania”, ha detto il portavoce del governo francese, Benjamin Griveaux, riferendosi all’accordo di coalizione a Berlino. “Questo accordo – ha aggiunto – è buono per la Germania, buono per la Francia e soprattutto buono per l’Europa ed è un elemento importante per la stabilità e per l’avvenire della relazione franco-tedesca, ma soprattutto dell’Europa nei mesi e gli anni a venire”.

Leggi anche:   Montecitorio: Stefano Mugnai vicecapogruppo di Forza Italia alla Camera