Fusione Fs-Anas: nasce grande gruppo infrastrutture. Investimenti per 108 miliardi. Soddisfatto Delrio

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Strade statali e binari: ferro e gomma insieme. Grandi investimenti statali. E’ molto soddisfatto il ministro Graziano Delrio per la fusione fra Fs e Anas. Infatti afferma: «Attendiamo gli ultimi definitivi passaggi, ma il dado è tratto visto che con i decreti Mit e Mef firmati ieri il Governo ha dato il via libera al grandissimo gruppo industriale e infrastrutturale di Fs e Anas». E ancora: «Il Governo ha pianificato decine di miliardi di investimenti su più anni per ferrovie e strade prioritarie, per rendere più competitivo il Paese. Il Gruppo Fs, con Anas, ha la forza necessaria per la realizzazione ed esecuzione di opere e progetti integrati, disponendo di 108 miliardi di investimenti in dieci anni e 81 mila dipendenti. Si tratta – conclude – di un grande risultato per connettere l’Italia sempre meglio nei suoi collegamenti nazionali e internazionali, puntando alla sostenibilità ed efficacia delle reti e degli
investimenti».

Benissimo: quando si tratta d’investire e migliorare il sistema Paese, magari aumentando posti di lavoro stabili, sono perfettamente in linea. Bisognerà però essere chiari su un punto: gli investimenti miliardari richiamano appetiti forti. Servono controlli rigidi soprattutto sulla parte pubblica degli investimenti. E anche le scelte dei manager vanno fatte con grande accuratezza. Scrivo banalità? L’esperienza di quasi mezzo secolo di giornalismo mi ha portato a ripetere cose improntate a buon senso e ragionevolezza. Che per troppe persone, anche in vista nel nostro Paese, sono considerate barzellette!

Sandro Bennucci

 

Leggi anche:   L’incarico a Fico: un inutile rinvio di 48 ore prima di arrivare al Governo del Presidente