Il distretto conciario si apre ai giovani

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Gli studenti pisani in visita alle aziende conciarie. Più di 200 giovani delle seconde medie di Castelfranco di Sotto, Santa Croce sull’Arno, Fucecchio, Ponte a Egola e Santa Maria a Monte hanno partecipato all’ottava edizione del progetto “Amici per la pelle”, che ad oggi ha coinvolto oltre 4mila famiglie: dopo una prima fase di lezioni a scuola sul procedimento conciario, gli studenti hanno visitato le aziende del territorio.
Tra le tematiche affrontate durante le lezioni quello dell’ecosostenibilità: in primavera intere giornate del progetto saranno dedicate all’illustrazione del sistema di depurazione industriale, centrale nelle dinamiche del distretto conciario.
«I ragazzi sono sempre molto attenti, soprattutto quando si parla del ruolo della ricerca nel contenimento degli impatti ambientali e quando illustriamo le numerose possibilità di lavoro che il settore può offrire – dice il direttore del Polo tecnologico conciario (Poteco) Domenico Castiello -. Il progetto “Amici per la pelle” riesce a spiegare la complessità dell’industria conciaria senza risultare pesante per ragazzi così giovani come quelli che frequentano la scuola media».

Leggi anche:   PISTOIA: Porte aperte al Deposito Rotabili Storici della Stazione Ferroviaria di Pistoia con mercatino & street-food.