Scervino, «in casa» donna e junior

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Ermanno Scervino, il marchio fiorentino di fascia alta disegnato da Ermanno Daelli e guidato da Toni Scervino, scrive Il Sole 24 Ore oggi in edicola, ha deciso di riorganizzare la linea junior e la donna “Ermanno”, nata nel 2015 per un pubblico più giovane, riportando in casa la produzione e la distribuzione finora affidate in licenza alla emiliana SpazioSei Fashion Group di Franco Ferrari e Manuela Lugli. Il rapporto con l’azienda carpigiana non si è però interrotto, ma solo rimodulato.
L’operazione ha portato alla nascita di una newco, Manfra Italia srl, di cui Scervino detiene la maggioranza attraverso la società Dernamaria, che gestirà le due linee a partire dalla collezione primavera-estate 2018. Una quota di minoranza della nuova società fa capo a SpazioSei, che continuerà a occuparsi della produzione.
«Le due linee in licenza, Ermanno Scervino Junior ed Ermanno, stanno incontrando ormai da anni un crescente successo di critica e commerciale – spiega l’amministratore delegato Toni Scervino-. E’ a fronte di questa crescita che abbiamo deciso di internalizzare la produzione e la distribuzione delle due linee, così da curarne più da vicino lo sviluppo stilistico e produttivo, e da garantirne un’ulteriore crescita a livello internazionale».
Scervino ha chiuso il 2016 con 100 milioni di fatturato, per il 70% all’export, con Europa, Russia e Far East come mercati più performanti. Per il 2017 la maison prevede una «crescita delle vendite a doppia cifra», alimentate dalla ripartenza del mercato russo e dall’Europa che per la moda sta segnando i risultati più interessanti.

Leggi anche:   Manovra: sarà snella da 20 miliardi, articolata su lavoro, imprese, povertà e statali (garantiti 85 euro)