Elezioni in Toscana: Lamporecchio, fortino rosso dell’epoca di Berlinguer, conquistato da lista civica

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Il fortino rosso dell’epoca di Enrico Berlinguer, dopo il partito comunista otteneva e talvolta superava il 70% dei voti, non esiste più. Per la prima volta nella sua storia, Lamporecchio (Pistoia) non avrà un sindaco espressione di un partito di sinistra. A imporsi è stata Anna Trassi, che è la prima donna a salire alla guida della Città del Brigidino. Medico di medicina generale e sostenuta dalla lista civica ‘"Insieme si cambia per Lamporecchio’, è di area di centrosinistra anche se al suo interno figurano candidati di diversa estrazione politica.

Da sempre Lamporecchio è considerato il Comune più di sinistra, sicuramente in Toscana: nel 1980 l’allora Pci raggiunse qui il 75,1% dei voti, la percentuale più alta a livello nazionale che valse a Lamporecchio l’appellativo di "comune più rosso d’Italia".

E rimane ancora viva nella memoria la visita che il segretario del Pci, Enrico Berlinguer in persona, volle fare a Lamporecchio nell’aprile del 1981 per rendere omaggio agli elettori.

Anna Trassi ha raccolto 1.999 voti, ovvero il 50 per cento del totale dei votanti. Escono sconfitti sia il candidato del centrosinistra (nonché sindaco uscente), Alessio Torrigiani (31,92%), sia quello di centrodestra Biagio D’Errico, che si è fermato all’11,88%. La quarta candidata, Monica Innocenti (Pci) ha raccolto il 6,20% dei voti.

Leggi anche:   Firenze: aggredito di notte in via Pandolfini. Era intervenuto per sedare una lite

Calendario Tweet

giugno 2024
L M M G V S D
« Mag    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930