Tar Toscana: borse gioiello non sono oggetti preziosi. Non si possono vendere sul Ponte Vecchio

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Il Tar della Toscana ha respinto il ricorso proposto contro il provvedimento del Comune di Firenze, che ha vietato, sul Ponte Vecchio, la vendita di borse di pregio artigianale impreziosite da gioielli.

In questa zona, rilevante quale sito Unesco, il regolamento comunale, all’art. 8, comma 1, consente la vendita di "oggetti preziosi", intendendosi con tale dizione "gioielli e articoli di oreficeria legati da tradizione secolare al Ponte Vecchio".

I giudici amministrativi hanno escluso che le "borse gioiello" siano assimilabili agli oggetti di cui è consentita la vendita.

Leggi anche:   Omofobia: l'Italia non firma il testo Ue sui diritti Lgbtiq+. Il ministro della Famiglia: "Ricalca la legge Zan". Schlein: "Vergogna!"

Calendario Tweet

maggio 2024
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031