Superbowl: Kansas City da leggenda, San Francisco ko. Grande Travis Kelce, fidanzato di Taylor Smith

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Sfavillante, seguitissima e straordinariamente ricca, la finale del Superbowl 2024 a Las Vegas. Dove i Kansas City Chiefs si confermano campioni Nfl, piegando all’overtime i San Francisco 49ers 25-22. Dopo una gara fatta di pathos, spettacolo e tanta astuzia tattica e sollevano sotto il cielo dell’Allegiant Stadium di Las Vegas, il ‘Lombardi Trophy’ per la seconda volta consecutiva, la terza in cinque anni.

L’era del quarterback Patrick Mahomes si conferma una delle più lucenti di sempre nella storia della Nfl. Con tre successi personali (nessuno ci è riuscito a 28 anni) il ‘predestinato’, dal contratto monstre da 41 milioni di euro all’anno fino al 2030, si mette sulle orme di stelle come Terry Bradshaw e Troy Aikman e soprattutto di un’icona di questo sport come Tom Brady.

Era da 20 anni che i campioni in carica mancavano il bis e l’ultimo a riuscirci era stato proprio Brady con i New England nella doppietta risalente alle stagioni 2003-2004. Un segno del destino, a dimostrazione del fatto che probabilmente si sta scrivendo una nuova epopea di questo sport. "È fantastico, leggendario", ha commentato Mahomes travolto dalla gioia dei suoi fans. Per la rapidità con cui ha accumulato questi scintillanti trofei a Kansas City, è difficile credere che il record dei sette trionfi di Brady sia così intoccabile. Solo quattro squadre hanno vinto tre campionati in cinque anni.

E alla domanda se i Chiefs abbiano raggiunto lo status di superpotenza destinata a segnare una dinastia, Mahomes ha risposto: "È solo l’inizio, non è finita qui, siamo giovani". La differenza ancora una volta l’ha fatta lui in overtime dopo un primo tempo pessimo nel coso del quale lo s è visto anche scontrarsi con il suo coach.

Il ‘predestinato’ è stato in grado di prolungare il match nei secondi finali dei tempi regolamentari (drive impeccabile per permettere al kicker Harrison Butker di calciare il field goal del pareggio per il 19-19 a 3" dalla fine) e di vincere la partita in quelli supplementari con una sua ‘invenzione’: il gioco decisivo è il passaggio da 3 yards da touchdown per il wide receiver Mecole Hardman.

Azione capolavoro ma tutto nasce dalla corsa fino alle 4yds di Travis Kelce, il fidanzato della pop star Taylor Swift, travolta anche lei dalla passione per il Superbowl. Per amore, la stella della musica internazionale ha lasciato il Giappone, dove è impegnata una serie di concerti, per seguire il match del suo fidanzato, tifare, emozionarsi e partecipare così alla grande festa. Subito dopo il trionfo è scesa in campo per abbracciare e baciare Kelce.

Per la pop star si completa così un periodo memorabile. Appena una settimana fa si era aggiudicata il premio per il miglior album dell’anno agli ultimi Grammy Awards. Dall’altra parte, invece, prosegue il digiuno dei San Francisco 49ers che mai hanno visto il successo così vicino. Ora dovranno attendere un altro anno per rinforzare la bacheca ferma a cinque titoli, l’ultimo nel 1995 ai tempi di Steve Young e Jerry Rice.

Troppi errori, troppe rimonte all’ultimo secondo nonostante la prova del giovane quarterback Brock Purdy: "Abbiamo avuto le chance per segnare touchdown ma non sono riuscito a mettere la squadra nella posizione giusta per farlo", ha detto. Il faro dell’attacco, soprannomimato ‘Mr Irrelevant’ per essere stato nel 2022 l’ultimo pick del draft non è così riuscito a completare la sua storia da film.

Leggi anche:   Salva-sindaci: ecco il decreto. Responsabili solo politicamente

Da favola invece come sempre lo show della finale, la prima che si è svolta Las Vegas, arricchita da uno spettacolo stupefacente: sul palco. Come star dell’half time Usher e Alicia Keys e tanti ospiti vip, tra cui LeBron James, davanti a 61.629 spettatori.

Paulo Soares

Calendario Tweet

febbraio 2024
L M M G V S D
« Gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829