Week end 10-11 febbraio a Firenze e in Toscana: Carnevale, spettacoli, eventi

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Non mancano gli spettacoli e gli eventi a Firenze e in Toscana nel week end di Carnevale. Sabato 10 febbraio 2024 alle 21 al Mandela Forum ultima serata della tappa fiorentina del tour d’addio di Claudio Baglioni con con l’opera show "aTutto Cuore". Biglietti esauriti, salvo rimessa in circolo all’ultimo momento; info tel. 055.667566.

Al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazza Vittorio Gui) sabato 10 alle 20 per la prima volta in Italia Hankyeol Yoon, che a fine 2023 ha vinto il prestigioso “Herbert von Karajan Young Conductors Award”: il Maggio gli offre dunque il debutto italiano, anticipando quello che lo aspetta al Festival di Salisburgo nel prossimo mese di agosto; il programma prevede l’ Ouverture per una festa accademica (Akademische Festouvertüre) op. 80 di Johannes Brahms, del quale si eseguono anche Nänie op. 82 e Das Schicksalslied (Canto del destino) op. 54. Chiude il concerto la Sinfonia n. 8 in sol maggiore op. 88 di Antonín Dvořák. Il maestro del Coro del Maggio è Lorenzo Fratini. Biglietti da 20 a 70 euro, in vendita anche direttamente sul sito del Maggio senza diritti di prevendita

Da martedì 6 a domenica 11 febbraio al Teatro della Pergola di Firenze va in scena «Arlecchino?» scritto e diretto da Marco Baliani con Andrea Pennacchi e Marco Artusi, Federica Girardello, Miguel Gobbo Diaz, Margherita Mannino, Valerio Mazzuccato, Anna Tringali; musiche eseguite dal vivo da Giorgio Gobbo, Riccardo Nicolin, scene e costumi Carlo Sala, luci Luca Barbati, aiuto regista Maria Celeste Carobene, produzione Gli Ipocriti Melina Balsamo in coproduzione con Teatro Stabile del Veneto. Biglietti da 17 a 35 euro. Biglietteria del Teatro della Pergola, via della Pergola n. 30 Firenze, dal lunedì al sabato (ore 10 – 20) e in occasione degli spettacoli (da 1 ora prima dell’inizio della recita), tel. 055.0763333 email biglietteria Punti vendita Vivaticket (www.vivaticket.it); online su teatrodellatoscana.vivaticket.it

Tripletta di concerti di primissimo ordine agli Amici della Musica di Firenze nel prossimo fine e inizio di settimana: sabato 10 alle 16 al Teatro della Pergola, c’è il pianista francese Pierre-Laurent Aimard con musiche di Beethoven, Ligeti, Debussy, Chopin. Domenica 11 alle 21 presso la Sala del Buonumore "P. Grossi" del Conservatorio Cherubini di Firenze (Piazzetta delle Belle Arti) torna “Ritratti”, il ciclo ideato dal direttore artistico Andrea Lucchesini che volge lo sguardo alla musica contemporanea. Protagonista sarà il compositore Carlo Boccadoro, affiancato sul palco da Sentieri Selvaggi. In ogni appuntamento della rassegna viene chiesto ai compositori di porre la propria musica in relazione con opere e autori che li hanno ispirati o che ritengono particolarmente significativi. Boccadoro ha scelto Igor Stravinskij, Steve Reich e il clavicembalista del Seicento Giovanni Picchi, chiamato in causa tramite l’omaggio che lo stesso Boccadoro gli ha reso con Tre Balli d’Arpicordo (eseguita in prima esecuzione assoluta). Tra le composizioni di Boccadoro, si ascolteranno Red Harvest, per vibrafono e violoncello, e Hot Shot Willie, per violino e ensemble, che omaggia il blues di Blind Willie Johnson. Lunedì 12 alle 21, presso il Teatro Niccolini di Firenze (via Ricasoli 3), grande ritorno in Stagione per il poeta della viola da gamba Jordi Savall col suo gruppo di supermusicisti Hespèrion XXI. Assieme a lui si esibiranno Xavier Díaz Latorre alla chitarra, Andrew Lawrence-King all’arpa barocca spagnola e David Mayoral alle percussioni. Il concerto è fuori abbonamento e prevede musiche di Ortiz Sanz, Guerrero, Hume, Antonio Martín y Coll, Santiago de Murcia, The Lancashire Pipes, Francisco Correa de Arauxo. Biglietti da 15 a 25 euro. Maggiori dettagli su www.amicimusicafirenze.it

Alla Fortezza da Basso (viale Strozzi) da sabato 10 alle 10 (Padiglione Spadolini, piano inferiore) c’è la 6° edizione di Firenze Home Texstyle – International Trade Show e della 17° edizione di Immagine Italia & Co. – International Lingerie Fair; la più bella vetrina italiana sulle tendenze 2024/2025 del tessile per la casa, nautica, spa, hotellerie & contract e fragranze si terrà alla Fortezza da Basso di Firenze in concomitanza con la fiera dell’intimo e della lingerie con la presentazione delle nuove collezioni per l’autunno/inverno 2024/2025, attivando nuovamente sinergia e link fra i due saloni. Grazie anche al supporto dell’Agenzia ICE (Italian Trade Agency) attesi a Firenze alcuni fra i più importanti buyers dei mercati esteri di riferimento. Novità di quest’anno è Fabric Sound, il nuovo spazio live che, al piano inferiore del padiglione Spadolini, ospiterà talk, convegni, workshop e incontri con figure di spicco dell’home decor, lifestyle e imprenditoria tessile. Si parte domani (sabato) alle ore 12,00 con il convegno “La scuola del tappezziere adesso c’è”, organizzato da CITA (Consociazione Italiana Tappezzieri Arredatori). Alle ore 14.30 spazio al convegno “Total contract, total texture: le trame e la texture come elemento progettuale di Luxury hotel e Real Estate” dove l’Arch. Klingenberg di Lugano presenterà l’affascinante mondo dell’hotellerie in Iran. A seguire (ore 16.30) l’intervento dell’Arch.Simone Micheli sul tema “Textile Design in Hospitality: the role of the architect”, all’interno del quale verrà affrontato il tema dell’importanza di convertire necessità oggettive in soluzioni funzionali.

Al Teatro Puccini (via delle Cascine 41) domenica 10 alle 16.45 andrà in scena Melina con Nata Teatro. Cosa succederebbe se un fiore improvvisamente iniziasse a parlare? Quale sarebbe il suo punto di vista sul mondo e sugli esseri umani? Età consigliata dai 3 ai 10 anni, durata 55 minuti; posto unico numerato € 8 esclusi diritti di prevendita.

Domenica 11 alle 10.30, nell’Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi (Largo Brambilla 3, Padiglione NIC 3, ingresso libero) si esibisce in concerto nella stagione “Careggi in Musica” il violoncellista Duccio Dalpiaz. La manifestazione è a cura dell’Associazione A.Gi.Mus. Firenze, in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Careggi. Dalpiaz è tra i vincitori diAttraverso i Suoni, progetto per la valorizzazione dei talenti toscani under 30.

Sabato 10 alle 17.30 presso la biblioteca delle Oblate (via dell’Oriuolo 24) presentazione del libro Torneranno i giorni nostri, i diari ritrovati dell’ I.M.I Orazio Frilli, edito da Edizioni Medicea Firenze. Orazio Frilli, durante la seconda guerra mondiale, fu catturato a Rodi e fatto prigioniero per tutta la durata del conflitto come Internato Militare Italiano; 2 anni e mezzo veramente duri, costellati di ogni tipo di difficoltà: vivere in condizioni di estrema miseria, non potersi spostare liberamente, patire la fame, aspettare aiuti che non arrivano. L’unica cosa che lo fa resistere e andare avanti è scrivere il suo diario, indirizzato alla sua amata Silva. Trascritto dai discendenti con l’aiuto di due storici, viene pubblicato 80 anni dopo, rivelando molti dettagli istruttivi. Ingresso è libero e gratuito.

Leggi anche:   Superbonus: proroga per comunicare gli sconti. Ma passa il decreto che fissa l'addio

Florence Eye torna a puntare in alto con i festeggiamenti del Carnevale 2024. Per la prima volta a Firenze, l’iconica festa mascherata di febbraio viene celebrata sulla ruota panoramica più alta d’Italia all’ingresso del Parco delle Cascine. Il polmone verde della città si riempie così di colori, tra coriandoli, maschere, costumi ed eventi pensati per l’occasione. Durante i fine settimana del 10 e 11, 17 e 18 febbraio il villaggio del divertimento fiorentino ospiterà varie occasioni pensate per famiglie e bambini, cittadini e turisti: musica, animazione, ma anche clown e acrobati del mondo circense, saranno protagonisti di questi weekend di festa. Tra le varie attività, Florence Eye invita piccoli, giovani e adulti a partecipare al concorso per le maschere più belle del Carnevale 2024, un momento di aggregazione e di partecipazione culturale all’insegna del divertimento. Un carnevale che vola altissimo quello al Parco delle Cascine, pronto a unire la giocosità di questa festa con un’atmosfera di relax: le famiglie potranno trascorrere il proprio tempo libero salendo sulla ruota panoramica, camminando tra le bellissime passeggiate della più grande area verde della città e degustando i prodotti locali dell’area food in Piazza Vittorio Veneto.

Carnevale dei bambini al centro San Donato a Firenze, dove domenica 11 dalle 15 ci sono anche animazioni per i più piccoli.

Carnevale Ecorinascimentale presso il Parco d’arte Pazzagli: domenica 11 dalle 15 alle 16 laboratorio creativo e a seguire animazione per bambini. La creatività sarà al centro e chi riuscirà ad usare bene le proprie mani lavorando materiali riciclati sarà premiato; ci sono spettacoli teatrali con il mago Pannocchia,
il clown Giulivo e D’Artagnan il mago delle bolle, tre volte campione del mondo di bolle magiche. Il parco, nel quale sono esposte oltre 250 sculture di arte contemporanea, è aperto fino alle 18. Info: 347.7335332 – www.ecorinascimento.com

I depositi visitabili dei Musei Civici Fiorentini hanno trovato casa nel complesso di Santa Maria Novella; tra gli artisti esposti ci sono Fontana, Guttuso, Carrà, De Pisis, Mafai, Cagli, Morandi. Le visite guidate, curate da MUS.E sono in programma ogni sabato di febbraio (alle 10, alle 11 e alle 12) e daranno la possibilità di scoprire non solo le opere che vi sono conservate, ma anche il ‘dietro le quinte’ del funzionamento di un moderno deposito museale. Biglietti: intero € 6,00, ridotto € 3,00 per 18-25 anni e studenti universitari, gratuito per minori di 18 anni, guide turistiche e interpreti, giornalisti, disabili e rispettivi accompagnatori, possessori Card del Fiorentino, membri ICOM, ICOMOS, ICCROM); non è incluso l’accesso al complesso di Santa Maria Novella. Ingresso: piazza Stazione, 4. Durata della visita: 50 minuti, prenotazione obbligatoria: 055-2768224.

A Calenzano carnevale medievale: domenica 11 dalle 14 in piazza Vittorio Veneto giochi, spettacoli e il corteo storico che raggiungerà Calenzano Alto, dove saranno consegnati Torre d’oro e Torrino; sarà aperto anche il Museo del Figurino storico.

Sagra delle frittelle al Circolo Sms di San Donato in Collina (FI), un evento organizzato ogni anno dal 1978; ogni sabato e domenica fino al fine settimana più vicino al 19 marzo.

Domenica 11 a Figline Valdarno la parrocchia Santa Maria Assunta organizza il Carnevale con un corteo che parte dall’Oratorio Salesiani alle ore 14.30 e arriva in piazza Marsilio Ficino, per poi tornare al
luogo di partenza alle 17.30. Un momento di festa e anche un’occasione per scoprire il paese.

Diventare guerrieri di luce accogliendo le esperienze della vita e renderle preziose attraverso le pagine di Paulo Coelho: si conclude con il “Manuale del guerriero della luce” il ciclo di incontri “Esperienza book”, pensatoper ricercare il benessere a partire dalle pagine dei libri. L’iniziativa è ideata dalla life coach e counselor sistemico relazionale Raffaella Martinelli, in collaborazione con La città dei Lettori e Associazione Wimbledon. Sabato 10 alle 10 presso la Biblioteca Comunale di Bagno a Ripoli i partecipanti attraverseranno le parole dello scrittore brasiliano. L’appuntamento sarà preceduto da una pratica di yoga a cura di Ilaria Castellino (ingresso gratuito con prenotazione a: esperienzabook ).

Sabato 10 alle 19.30 e domenica 11 alle 16.30 al Teatro Metastasio di Prato il regista greco Theodoros Terzopoulos, uno dei maestri del teatro del Novecento, dirige un cast d’eccezione – Paolo Musio, Stefano Randisi, Enzo Vetrano, Giulio Germano Cervi, Rocco Ancarola –nella sua personale lettura del misterioso capolavoro di Samuel Beckett ASPETTANDO GODOT (feriali 20.45, sabato 19.30, domenica 16.30). La vicenda del capolavoro di Samuel Beckett – una delle opere più celebri del “teatro dell’assurdo” – ruota attorno a un dialogo apparentemente sterile tra due personaggi sospesi in una misteriosa situazione d’attesa: tutto si consuma nell’attendere qualcosa che non si sa, qualcuno che non viene, in un tempo dilatato, con ripetute pause, con la dialettica fra i personaggi spinta all’estremo e il finale aperto che suggerisce un’eterna, tormentosa ripetitività. Nella versione di Terzopoulos, la vicenda è ambientata in un mondo ferito e in rovina, in un futuro molto prossimo in cui tutte le ferite attuali e passate appaiono acuite, e ci si interroga su quali siano le condizioni minime per pensare a una vita che valga la pena di essere vissuta. Dettagli e prezzi su www.metastasio.it

All’interno della rassegna MetRagazzi, sabato 10 alle 17 al Teatro Fabbricone di Prato va in scena Prometeo, primo capitolo di una serie teatrale dedicata ai miti greci e realizzata a misura di bambino dalla compagnia Agrupación Señor Serrano. Si tratta di una performance interattiva cui possono accedere solo bambini non accompagnati dagli adulti: sul palco, utilizzando mattoncini da costruzione, figure in miniatura, videocamere e risorse online, la narratrice-demiurgo Beatrice Baruffini ripercorre il mito di Prometeo e illustra le implicazioni filosofiche e politiche delle sue gesta: fu punito per avere rubato il fuoco agli dei e averlo donato agli esseri umani liberandoli dalla loro condizione animale. In scena, su un tavolo bianco posto accanto all’attrice, spiccano le costruzioni Lego utilizzate per ricreare le ambientazioni della storia: c’è il monte Olimpo con uno Zeus-Batman seduto sul trono, la prigione di Prometeo sul Monte Kazbek e il laboratorio del Dr. Frankenstein. Tramite l’utilizzo di una telecamera in presa diretta puntata sui modellini le piccole scene che si svolgono sulla superficie del tavolo vengono proiettate sul telo del sipario. Il cuore del lavoro risiede, però, nei momenti in cui il giovane pubblico viene chiamato a rispondere ai grandi quesiti che il mito di Prometeo pone: Prometeo è un sabotatore che merita di essere punito o qualcuno che si ribella ai poteri dispotici per il bene comune? Bisogna sempre rispettare le norme? E se una legge è ingiusta, è necessario punire chi la trasgredisce? Ragazzi € 6 adulti € 7. Info Teatro Metastasio – tel 0574 608501

Leggi anche:   Firenze: boom di visitatori alla Specola, riaperto dopo lungo restauro. Ingresso gratuito per 4 giorni

Al Teatro del Giglio di Lucca sabato 10 alle 21 e domenica 11 alle 16 Angela Finocchiaro in Il calamaro gigante, ispirato all’omonimo romanzo dello scrittore fortemarmino Fabio Genovesi. Insieme a lei sul palco Bruno Stori e un gruppo di otto performer – Gennaro Apicella, Silvia Biancalana, Marco Buldrassi, Simone Cammarata, Sofia Galvan, Stefania Menestrina, Caterina Montanari, Francesca Santamaria Amato. Un surreale viaggio attraverso secoli e continenti; info e acquisti https://bit.ly/481UYZL

Il Carnevale di Viareggio si prolungherà fino a fine febbraio con 6 corsi mascherati; il terzo è domenica 11; seguiranno quelli del 13, 18 e 24 febbraio e tantissime altre iniziative. Ventinove le opere allegoriche che sfilano sui Viali a Mare: nove carri di prima categoria, quattro di seconda, otto mascherate in gruppo e otto maschere isolate. Futura è il tema del Fuori Corso, il programma di iniziative culturali comprese nel calendario del Carnevale: sei mostre d‘arte, concerti, spettacoli musicali, ospiti, conferenze, presentazioni di libri. Dettagli e prezzo dei biglietti su https://viareggio.ilcarnevale.com/

Nel borgo medievale di Foiano della Chiana (Ar), dal 28 gennaio al 25 febbraio, per cinque domeniche, si svolge la 485esima edizione del Carnevale che vanta più storia. «Il Carnevale di Foiano della Chiana, tra le più rinomate manifestazioni del genere in Italia, torna ad animare le vie del borgo storico non solo con i giganti di cartapesta, ma con tante attività collaterali Per i più piccoli ci saranno i consueti appuntamenti con Carnevalandia, il Carnevale dei Bambini, con le parate della Disney e le sfilate in maschera, oltre a una area totalmente dedicata con spettacoli, mini carri di cartapesta, trenini, giostre e giochi completamente gratuiti. Mostre d’arte, raduni di auto e moto e tante opportunità per i camperisti con pacchetti mirati all’ospitalità. Il programma completo della manifestazione e altre informazioni sul sito www.carnevaledifoiano.it

Sabato 10 alle 21 al Teatro Moderno di Grosseto Rachmaninoff Will Survive con Igudesman & Joo, comicissimi virtuosi rispettivamente del violino (e che violino: un Santo Serafino del 1717) e del pianoforte; si uniscono all’Orchestra della Toscana (ORT) per sketch che combinano umorismo, musica classica e cultura pop. Intero €15,00, Ridotto €12,00, under19 €8,00 acquistabili online su agimus.grosseto

Sono riprese le visite guidate del sabato mattina al Museo Zeffirelli in Piazza San Firenze. Informazioni e prenotazioni sul sito della Fondazione Fino al 18 febbraio nella Sala della Musica sono in mostra circa 30 degli costumi di Danilo Donati per il film di Zeffirelli Romeo e Giulietta: presero l’Oscar e altri premi; tutti della premiata sartoria Cerratelli (orario: tutti i giorni 10-18, chiuso lunedì). Allestimento di Pippo Corsi Zeffirelli, figlio adottivo per maestro, presidente della Fondazione e regista, in collaborazione col direttore della Fondazione Casa d’Arte Cerratelli Diego Fiorini, custode di questo patrimonio.

Firenze dedica per la prima volta al pittore Giovanni Stradano (Jan van der Straet, Bruges 1523 – Firenze 1605) una mostra per i cinquecento anni dalla sua nascita. Un evento eccezionale per un artista fiammingo che molto operò per la città nella quale scelse di vivere fino alla fine dei suoi ottantadue anni. “Giovanni Stradano a Firenze 1523-2023. Le più belle e strane invenzioni del mondo” è il titolo della mostra che prende vita al Museo di Palazzo Vecchio di Firenze fino al 18 febbraio 2024 per celebrare questo straordinario artista. Promossa dal Comune di Firenze – Ufficio Patrimonio Mondiale e Rapporti con UNESCO e MUS.E, con il supporto del Ministero del Turismo, la direzione scientifica e il coordinamento generale di Carlo Francini e Valentina Zucchi e la curatela di Alessandra Baroni, l’esposizione conta circa ottanta opere tra dipinti, disegni, stampe, libri, arazzi e strumenti e offre un approfondimento inedito su Stradano, che fu il principale e più versatile collaboratore di Giorgio Vasari nella decorazione di Palazzo Vecchio. Orari: LUN-DOM H9:00 – H19:00 / GIO H9:00 – H14:00 La biglietteria chiude un’ora prima della chiusura Ingresso museo: Intero € 17,50 Ridotto € 15,00 (18-25 anni e studenti universitari) – Card del Fiorentino: 5,00 €, gratis fino a 18 anni.

Alle Gallerie degli Uffizi fino al 30 giugno mostra ‘Divina Simulacra. Capolavori di scultura classica della Galleria’, curata da Fabrizio Paolucci e visibile nelle sale espositive al piano terreno (orario: tutti i giorni 8.15-18.30, chiuso lunedì).

Alla Galleria dell’Accademia fino al 10 marzo c’è la mostra Pier Francesco Foschi (1502-1567) pittore fiorentino.

A Michelangelo e d’Annunzio, in occasione delle doppie celebrazioni per i 160 anni dalla nascita del Vate e per i 460 anni della morte del Buonarroti, viene dedicata la mostra “Michelangelo e d’Annunzio. Il corpo e l’anima”, nelle splendide sale del primo piano di Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati a Firenze Piazza Duomo 10), sede della Presidenza della Regione Toscana. Voluta dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, dal presidente del Vittoriale degli Italiani Giordano Bruno Guerri e realizzata da Opificio delle Arti e della Musica, in collaborazione con il Vittoriale e la Fondazione Casa Buonarroti di Firenze, Michelangelo e d’Annunzio. Il corpo e l’anima sarà visitabile dal 15 dicembre 2023 al 18 febbraio 2024, con ingresso libero.

Leggi anche:   Covid in Toscana: 8 morti nell'ultima settimana. E 154 nuovi casi. 51 i ricoverati (2 in terapia intensiva)

Al Museo Novecento (Piazza Santa Maria Novella) fino al 14 febbraio mostraMapplethorpe Von Gloeden. Beauty And Desire, che approfondirà il rapporto tra il lavoro fotografico dello statunitense Robert Mapplethorpe e gli scatti del tedesco Wilhelm von Gloeden.

Per i 100 anni dell’Ateneo di Firenze, è stata inaugurata la mostra “I Miti Ritrovati” di Onofrio Pepe; un viaggio attraverso l’universo simbolico del mito in 7 sculture e 30 steli, visibile dal 1° febbraio al 29 marzo fra Rettorato (Piazza San Marco, 4) e Palazzo Nonfinito (via del Proconsolo, 12). Apertura: da lunedì al sabato ore 9 – 18 Ingresso libero.

Al Museo degli Innocenti (Piazza SS. Annunziata) la mostra «Alphonse Mucha. La seduzione dell’Art Nouveau» che espone opere del grande artista ceco (fino al 7 aprile 2024), non dimentica che la corrente artistica interessò anche l’Italia e dedica una sezione al fiorentino Galileo Chini, uno dei protagonisti dell’Art Nouveau in Italia, nato 150 fa, il 2 dicembre 1873 (iniziative per commemorarlo sono un po’ in tutta la Toscana).

Fino al 1 aprile 2024 alla Cattedrale dell’Immagine in piazza Santo Stefano a Firenze arriva Inside Van Gogh, una nuova mostra immersiva nel mondo di Vincent van Gogh.

Nella reggia di Palazzo Pitti ha finalmente riaperto, dopo il riallestimento, il Museo della Moda e del Costume; 12 le nuove sale. È esposta anche la collezione di 78 icone russe, raccolta a Firenze già dai Medici e soprattutto dai Lorena nel corso del Settecento e del secolo successivo, la più antica del genere al mondo al di fuori della Russia stessa, verrà infatti per la prima volta esposta in un nuovo allestimento. Si tratta di quattro grandi sale con affreschi seicenteschi affacciate sul cortile al piano terra di Palazzo Pitti, appena restaurati. Icone dotate di didascalie descrittive in italiano, inglese e cirillico. Finora, questi ambienti della Reggia medicea non sono mai stati regolarmente aperti al pubblico. Anche la suggestiva, elegantissima Cappella Palatina, con gli affreschi ottocenteschi di Luigi Ademollo, ora interamente restaurata, è riaperta e visitabile.

Scoprire la storia delle Nazionali italiane di calcio attraverso maglie, coppe e cimeli che ne fanno ripercorrere gli oltre centodieci anni di storia: tutto questo è possibile al Museo del Calcio, situato a Firenze, in zona Coverciano (ingresso da Viale Palazzeschi 20), accanto al Centro Tecnico Federale, casa degli Azzurri e delle Azzurre; aperto sette giorni su sette, con orario continuato dalle 10 alle 18. Oltre alle maglie di Piola, Facchetti, Riva, Baggio, Buffon e tanti altri campioni, i visitatori avranno la possibilità di vedere dal vivo anche la coppa originale degli Europei, conquistata dai ragazzi di Mancini nella finale di Wembley contro l’Inghilterra a Euro 2020.All’interno del Museo del Calcio è presente uno shop dedicato alla partnership con adidas. Nel negozio è possibile trovare il materiale indossato dagli Azzurri e dalle Azzurre, sia da allenamento che da gara; disponibile sia in taglie da adulti che da bambini.

“Il giardino incantato. Un viaggio interattivo nell’arazzo millefiori”: Pistoia, al Museo dell’Antico Palazzo dei Vescovi, accoglie fino al 29 febbraio 2024 (apertura sabato 28 ottobre, il cui evento inaugurale è stato aperto al pubblico) una installazione immersiva capace di offrire un’esperienza inedita di uno dei capolavori di arte tessile fiamminga del XVI secolo, permettendo di esplorarlo, per la prima volta, in tre dimensioni. L’occasione è data dal prestito del manufatto alla mostra dedicata a Italo Calvino, in programma alle Scuderie del Quirinale a Roma (13 ottobre 2023 al 4 febbraio 2024). L’installazione è un progetto di Fondazione Pistoia Musei e Fondazione Caript ideato e realizzato in collaborazione con il collettivo artistico camerAnebbia, curato nei suoi contenuti scientifici da Annamaria Iacuzzi e Cristina Taddei, conservatrici di Fondazione Pistoia Musei, e Gaia Ravalli, storica dell’arte della Scuola Normale Superiore di Pisa con la supervisione di Monica Preti, direttrice di Pistoia Musei. L’arazzo millefiori di Pistoia detto “dell’Adorazione”, in seta e lana, di dimensioni considerevoli (267 x 790 cm), è una delle opere d’arte più importanti della città e raffigura un raffinato giardino fiorito popolato anche da animali selvatici e fantastici, come l’unicorno.

Dalla Pennsylvania alla Toscana, i capolavori delle Avanguardie del ‘900 provenienti dalle raccolte del Philadelphia Museum of Art approdano al Palazzo Blu di Pisa dal 28 ottobre al 7 aprile per dar vita ad un’imperdibile rassegna dedicata ai protagonisti dell’arte internazionale della prima metà del secolo; una selezione di opere, tra dipinti e sculture, dei maggiori esponenti delle correnti artistiche europee dei primi decenni del ‘900, da Duchamp a Kandinsky, da Picasso a Chagall, da Mirò a Dalí, da Matisse a Mondrian, Klee, Ernst e molti altri. Un percorso espositivo cronologico che segue il corso degli eventi tra il 1910 e il 1940 accompagnando il pubblico in un suggestivo viaggio temporale scandito da celeberrimi capolavori.

È aperta la mostra “Antonio Canova e il Neoclassicismo a Lucca”, un progetto di Contemplazioni, presso la Cavallerizza di piazzale Verdi fino al 29 settembre; esposti numerosi capolavori di Antonio Canova, tra sculture e dipinti, provenienti dal Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno, dall’Accademia Nazionale di San Luca di Roma e da prestigiose collezioni pubbliche e private. Un percorso suggestivo verso la continua ricerca della bellezza e dei suoi ideali, con oltre 100 opere tra Canova e i maestri lucchesi e toscani del Neoclassicismo, quali Pompeo Batoni, Bernardino Nocchi, Stefano Tofanelli, oltre a Francisco Goya e fino ad arrivare alla nuova esperienza romantica di Francesco Hayez. Giorni e orari di apertura: da lunedì a domenica 10-20 (ultimo ingresso ore 18:45); ogni biglietto include l’audioguida; NON occorre prenotare. Per ulteriori informazioni: 389 2346010 lucca https://www.contemplazioni.it/canovalucca/

Presso il CIFA (Via delle Monache 2, Bibbiena – AR) mostra “Nino Migliori 75 anni di fotografia” e 14 nuove installazioni a completare la Galleria Permanente a cielo aperto che consacra la cittadina del Casentino Città della Fotografia.

Roberta Manetti

Calendario Tweet

febbraio 2024
L M M G V S D
« Gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829