Sanremo 2024, serata cover: l’Ariston balla con Tozzi e si emoziona con Vecchioni. Cuccarini-Fiorello show sulle note anni ’80. Classifica

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Geolier vince la quarta serata di Sanremo tra i fischi del pubblico. La puntata dedicata ai duetti e alle cover sulle note dei successi del passato trascina il Teatro Ariston in un vortice di emozioni e si conferma l’appuntamento più amato del Festival. Un viaggio nella memoria collettiva, attraverso le canzoni più belle che fanno parte della storia della musica e della tv italiana. Sul palco dell’Ariston grandi ospiti si sono esibiti con i 30 cantanti in gara: da Gianna Nannini a Roberto Vecchioni, da Umberto Tozzi a Riccardo Cocciante.

Una spumeggiante Lorella Cuccarini, co-conduttrice della serata, ha trascinato l’Ariston ballando e cantando con Fiorello in versione Manuel Franjo un medley dei suoi successi. Da La notte vola a Sugar Sugar. La Cuccarini saluta poi Pippo Baudo, che l’ha lanciata: "Ciao Pippo, ti vogliamo bene".

CLASSIFICA – Geolier con Luchè, Guè e Gigi D’Alessio si aggiudica il primo posto nella top five della serata delle cover. Seconda Angelina Mango, terza Annalisa con La Rappresentante di Lista e Coro Artemia, quarto Ghali con Ratchopper, quinto Alfa con Roberto Vecchioni. La classifica è stata stilata attraverso il televoto da casa ed il voto di radio e sala stampa.

APRE FIORELLO – Si alza il sipario sulla quarta serata del Festival di Sanremo. A sopresa sul palco Fiorello, che si presenta ad Amadeus incappucciato e con giacca a vento. "Sono qui per romperti le palle" dice lo showman. Nell’apertura della serata il segnale della diretta del festival si è interrotto più volte per brevi momenti mandando a nero lo schermo. Non si sa se il problema tecnico sia legato alla pioggia battente e al vento che imperversano in queste ore su Sanremo.

ALBERTO DI MONACO – C’è il principe Alberto di Monaco sul balconcino dell’Ariston che assiste alla serata ed è stato salutato da Amadeus in apertura della diretta.

I DUETTI – Si parte, in ordine di apparizione, con Sangiovanni e Aitana. Poi Annalisa con La Rappresentante di Lista e Coro Artemia, Rose Villain con Gianna Nannini, Gazzelle con Fulminacci, The Kolors con Umberto Tozzi, Alfa con Roberto Vecchioni, BNKR44 con Pino D’Angiò, Irama con Riccardo Cocciante, Fiorella Mannoia con Francesco Gabbani, Santi Francesi con Skin, Ricchi e Poveri con Chiara e Paola, Ghali con Rat Chopper, Clara con Ivana Spagna e il Coro delle Voci bianche del Teatro Regio di Torino, Loredana Bertè con Venerus, Geolier con Guè, Luchè e Gigi D’Alessio, Angelina Mango con il quartetto d’archi ell’Orchestra di Roma, Alessandra Amoroso con Boomdabash, Dargen D’Amico con Babelnova Orchestra, Mahmood con Tenores di Bitti, Mr. Rain con Gemelli Diversi, Negramaro con Malika Ayane, Emma con Bresh, Il Volo con Stef Burns, Diodato con Jack Savoretti, La Sad con Rettore, Il Tre con Fabrizio Moro, BigMama con Gaia, Lanina e Sissi, Maninni con Ermal Meta, Fred De Palma con Eiffel65, Renga-Nek (senza ospiti).

FARFALLE MARIPOSAS CON AITANA – E’ Sangiovanni con Aitana ad aprire la serata cover con "Farfalle Mariposas". I due artisti interpretano per la prima volta in Italia il singolo sei volte platino e numero uno in radio in Spagna. "Riportare questa canzone su questo palco è un modo per ringraziare il Festival e Amadeus per aver creduto nella sua potenzialità. Vorrei anche che l’Italia si rendesse conto del talento incredibile di Aitana. Le devo tanto, mi ha permesso di portare un mio pezzo in un altro Paese. Questa collaborazione è andata oltre ogni aspettativa. Spero che per lei questo palco abbia la stessa risonanza che per me ha avuto questa collaborazione in Spagna". Aitana Ocaña Morales, conosciuta semplicemente come Aitana, cantautrice e attrice spagnola che riempie gli stadi in Spagna, la più importante popstar iberica degli ultimi dieci anni.

Leggi anche:   Crollo a Firenze: stessa ditta appaltatrice dell'incidente a Genova

ANNALISA – Annalisa scatena l’Ariston con ‘Sweet dreams’, successo senza tempo degli Eurythmics, che interpreta con La rappresentante di Lista. I social in visibilio: "Mio Dio che regine"; "Possiamo chiudere tutto, abbiamo gia’ la vincitrice".

OMAGGIO AI CANI DI POLIZIA E CARABINIERI – Un ringraziamento speciale, molto apprezzato dalla cronista che scrive, ai valorosi agenti a quattro a zampe delle forze dell’ordine. Quattro cani, due dei Carabinieri e due della Polizia, impegnati in questi giorni nel servizio d’ordine a Sanremo, sono stati invitati da Amadeus a salire sul palco dell’Ariston accompagnati dai rispettivi conduttori. Gli animali sono impegnati nella ricerca di droga e ordigni. Amadeus ha quindi rivolto un ringraziamento alle decine di uomini e donne impegnate a garantire la sicurezza durante il Festival.

EMOZIONANTE GIANNA NANNINI – Gianna Nannini emoziona il pubblico dell’Ariston con un medley dei suoi successi insieme a Rose Villain. Scandalo, Meravigliosa Creatura e Sei nell’anima sono i tre brani proposti. Al termine dell’esibizione il pubblico con un ovazione ha intonato "Gianna, Gianna". "Dedico questo momento meraviglioso a tutte le donne – ha detto Rose Villain prima di lasciare il palco – voglio dedicarlo soprattutto alla mia mamma che non c’e’ più".

40 ANNI DI "NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI" – Gazelle e Fulminacci rendono omaggio ad Antonello Venditti cantando ‘Notte prima degli esami’. Al termine dell’esecuzione, Gazzelle ha detto: "Un bacio anche ad Antonello Venditti: Grazie che sei nato, ti vogliamo bene".

SI BALLA CON UMBERTO TOZZI – I The Kolors con Umberto Tozzi e il pubblico dell’Ariston si alza in piedi a ballare e battere le mani sulle note di ‘Ti Amo’, ‘Tu’, ‘Gloria’, medley concluso con Stash che al rullo finale di batteria ha proferito le parole che sono state il tormentone dell’estate: "Questa non è Ibizia" di Italodisco.

TUTTI IN PIEDI PER IL "PROFESSORE" VECCHIONI – Tanta emozione e standing ovation per Roberto Vecchioni che duetta con Alfa. Il professore della canzone ha interpretato la sua ‘Sogna ragazzo sogna’ insieme al giovane cantante in gara che ha aggiunto un finale rap con alcune sue rime.

SCATENATA LORELLA CUCCARINI – Un ingresso in scena spettacolare a passi di danza per Lorella Cuccarini, co-conduttrice della quarta serata del Festival, che inizia a ballare davanti al teatro Ariston, accanto ad una giovane ballerina piena di sogni che guardava Pippo Baudo in tv, prima di entrare con il corpo di ballo nel foyer dell’Ariston e salire sul palco sulle note delle grandi sigle di varietà. Quando si passa da La notte vola a Sugar Sugar sul palco appare Fiorello con una lunga e folta parrucca nera, in versione Manuel Franjo, il ballerino venezuelano partner di Lorella. "La prima cosa che voglio dire – ha detto Fiorello-Franjo – è che non firmo la liberatoria non per il ballo ma per los capellos. E poi una sensazione di calor che parte da sopra e arriva da sotto… Per mettere esta maglia e non farla uscire dal pantalon idea fantasia… Un elastico che da una sensazion di division…". Un saluto affettuoso a Baudo da Lorella Cuccarini, con Fiorello e Amadeus: "Ciao Pippo, ti vogliamo bene".

STANDING OVATION PER COCCIANTE – Riccardo Cocciante incanta il pubblico dell’Ariston al pianoforte suonando in duetto con Irama ‘Quando finisce un amore’, seguita dal lungo applauso del pubblico. "In questo momento difficile che sta vivendo il mondo volevo lasciarvi con questo", ha detto Cocciante, prima di iniziare a intonare ‘Vivere Per Amare’ di Notre Dame de Paris cantata con Lola Ponce.

Leggi anche:   Inter batte anche l'Atletico Madrid: 1-0. La sblocca Arnautovic dopo un assedio. Pagelle

FIORELLA MANNOIA BALLA CON GABBANI – Fiorella Mannoia e Francesco Gabbani hanno condiviso il palco dell’Ariston interpretando e ballando divertiti ‘Che sia benedetta’ e ‘Occidentali’s Karma’. Al termine dell’esibizione Gabbani si è inginocchiato davanti alla cantante, esattamente come fece nel 2017, sette anni, fa quando la sua ‘Occidentali’s Karma’ trionfò al Festival davanti al brano della Mannoia.

HALLELUJA – La voce delicata e potente allo stesso tempo di Skin si incrocia con quella di Alessandro de Santis (Santi Francesi) in una splendida interpretazione di "Hallelujah". Performances da brividi che ha emozionato il pubblico.

TUTTO IL MONDO BALLA I RICCHI E POVERI – "Non solo l’Ariston ma tutto il mondo canta" dice Amadeus. Ed è così perchè ‘Sara’ perche’ ti amo’ e ‘Mamma Maria’ sono successi internazionali che i Ricchi e Poveri e Paola e Chiara interpretano con entusiasmo e tra l’entusiasmo in teatro e sui social.

PECCO BAGNAIA – Ospite di stasera il campione di MotoGP della Ducati Francesco "Pecco" Bagnaia Bagnaia, che ha vinto gli ultimi due campionati di MotoGP, non ha nascosto la propria emozione per essere sul palco dell’Ariston e facendo un paragone con le gare del motomondiale ha detto ad Amadeus: "Prima di scendere il cuore batte uguale". Sui generi musicali preferiti Bagnaia ha detto: "spazio su qualsiasi genere in base a come mi sento". Pecco Bagnaia poi in versione presentatore ha annunciato l’esibizione di Ghali con Ratchopper dedicata a Toto Cutugno.

RITORNO JALISSE DOPO 27 ANNI– Numero di magia per Fiorello che, all’esterno del teatro Ariston, fa apparire dietro un drappo rosso una sorpresa. Annuncia i Jalisse ("sono l’unico mago che spoilera il risultato") ma rivela a sorpresa il maestro Beppe Vessicchio. "Nella serata dei duetti – esclama Fiorello – ci sarà a Sanremo un duetto tra direttori d’orchestra, Leonardo De Amicis e Beppe Vessicchio: due bacchette per i Jalisse". Il duo in chiusura di serata è salito sul palco per interpretare "Fiumi di parore", il brano che gli valse la vittoria nel 1997.

FALSA PARTENZA DI LOREDANA BERTE’ – Problemi tecnici relativi all’audio del monitor auricolare per l’esecuzione di Loredana Berté e Venerus, che propongono ‘Ragazzo mio’ di Luigi Tenco. Appena partita la musica, Loredana ha fatto cenno di ‘no’ con la testa, facendo capire di non sentire il ritorno audio. La cantante ha chiesto dunque di fermare la musica. Prontamente Amadeus si è avvicinato cercando di capire quale fosse il problema e, una volta compreso che si trattava di un problema al microfono, ha chiamato un tecnico per cambiarlo e l’esecuzione è potuta ripartire.

MANGO – Angelina Mango, figlia di Pino, emoziona l’Ariston con la cover di "La rondine", in omaggio al padre. Il pubblico si è alzato in piedi e ha applaudito.

DARGEN D’AMICO APPELLO PER LA PACE – Nuovo appello al’cessate il fuoco’ di Dargen D’Amico dopo la cover omaggio a Ennio Morricone con Babelnova Orchestra. "Dall’altra parte del Mediterraneo in questo momento ci sono bambini buttati sui pavimenti negli ospedali, operati e mutilati senza anestesia alla luce dei cellulari. Non ci sono piu’ barelle, non ci sono piu’ medicine. Dobbiamo avere il coraggio di dire il ‘cessate il fuoco’. Per favore, cessate il fuoco.

SENZA AGRICOLTURA NON C’E’ VITA – "Siamo vicini agli agricoltori" ha detto Amadeus dopo aver letto l’estratto del Discorso per Sanremo presentato dagli agricoltori in protesta. "Senza agricoltura non c’è vita, non c’è sovranità alimentare, non c’è libertà; chiediamo solo la possibilità di continuare a onorare gli insegnamenti dei nostri genitori e dei nostri nonni, che con rispetto, amore e dignità ci hanno portato a coltivare il valore della terra e di ciò che rappresenta, con il solo e unico obiettivo di lasciare un mondo migliore ai nostri figli". Il testo integrale del documento, firmato da Alessandra Oldoni, Giulia Goglio, Davide Pedrotti, Fabio Pizzaris, è riportato in un altro articolo di questo giornale.

Leggi anche:   Meteo: torna freddo. Nel weekend attesa anche la pioggia

I QUEEN NEL DUETTO DE IL VOLO – La mitica chitarra di Stef Burns fa vibrare il palco dell’Ariston durante la performance de Il Volo che fanno rivivere i Queen al Festival di Sanremo, con il brano "Who wants to live forever".

APPELLO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE – "A tutte le donne, non abbiate paura di far sentire la vostra voce e quando serve denunciate". E’ l’appello di BigMama al termine della sua performance con Gaia, Lanina e Sissi.

MEDLEY RENGA-NEK – Altra Standing ovation della serata: stavolta per Francesco Renga e Nek che chiudono la gara delle cover con un medley dei loro successi. I due sono in grande forma ("Abbiamo fatto un riposino oggi"). Renga va ad abbracciare la figlia Jolanda in platea, "la donna a cui ho dedicato ‘Angelo’ venti anni fa", e Nek la sua ‘Laura’ che c’e’, a differenza che nella canzone riproposta stanotte, la moglie Patrizia.

Gilda Giusti

Calendario Tweet

febbraio 2024
L M M G V S D
« Gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829