Fiorentina batte la Salernitana (3-0) e risale al quinto posto. Applausi a Beltran. Pagelle

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Risale al quinto posto in classifica, la Fiorentina, in attesa della partita della Roma. Il 3-0 alla Salernitana non è stato difficilissimo, come nelle previsioni, ma corrobora una classifica, appensatita da cinque sconfitte, alcune delle quali evitabili. L’ha sbloccata Beltran sia pure su rigore, dopo che si era mangiato, in due tempi, un’occasione da sballo: con Italiano in modalità grillo saltellante per la rabbia. Bravo Arthur a proiettarsi in area, steso nettamente da Pirola. Il "Vichingo" d’Argentina va sul dischetto e confeziona il suo primo gol in campionato con la Fiorentina.

Ha visto giusto, Italiano, a farlo giocare dall’inizio, anche qualche metro più avanti. Ma dovrebbe essere più pronto a infilarsi nel cuore dell’area avversaria. Comunque prestazione più che sufficiente la sua. Così come meriterebbe un voto alto Sottil per l’eurogol che ha portato la Fiorentina al raddoppio. Ma la prodezza è "annebbiata" dal dititno alla bocca per zittire il pubblico. Ma dai, hai fatto un bel gol, ma sei arrivato vicino a Natale per festeggiarlo. E non puoi permetterti un gesto d’irriverenza verso chi ti sta applaudendo.

E a proposito di applausi, li merita Jack Bonaventura, autore del terzo gol, arrivato grazie alla collaborazione, geometricamente al bacio, con Arthur (bravissimo come regista e interditore), Duncan e Sottil. E’ il sesto centro di Jack in campionato. Tanto di cappello. E voto oltre la sufficienza anche per Kayiode, Arthur (regista di talento, ogni partita meglio) e Italiano che ora ha un compito impegnativo: battere il Parma, mercvoledì, in Coppa Italia, e fare un partitone (con punti da portare a casa) domenica prossima a Roma.

KOUAME’ E DUNCAN – Premiati per le cento presenze in viola, prima della partita, Kouamè e Duncan. Maglia numero 100 per loro. Italiano conferma Kayode difensivo destro e Beltran davanti, mentre lasciaq in panca Nico Gonzalez per schierare come esternni offensivi Ikonè e Sottil. Nella Salernitana (seguita a Firenze da oltre 2.300 tifosi). Pippo Inzaghi lascia fuori Dia e schiera come prima punta Ikwuemesi.

BELTRAN – Pronti via. Subito occasione clamorosa per la Fiorentina (2′). Beltran viene lanciato bene in profondità, ma per due volte non riesce a battere a rete. Italiano salta come un grillo per la rabbia. Al 3′ Ikwuemesi riceve in area, tira, ma il suo tiro è devbiato in angolo. Ripartenza viola (4′), gran giocata di Beltran, che con il tacco serve Arthur in area, steso nettamente da Pirola. Rigore. Batte Beltran, oggi ispiratissimo, e Costil è battuto con un fendente alla sua destra. Primo gol in campionato per il "Vichingo" d’Argentina.

COSTIL – Al 7′ la Viola potrebbe raddoppiare: cross preciso di Biraghi, Costil interviene non benissimo, Ikoné ci prova di testa ma il portiere francese, questa volta, è bravo a intercettare. E’ monologo viola: dopo un lancio di Sottil non sfruttato da Ikonè, Duncan manda sul fondo Sottil, cross di prima intenzione, bravo Bradaric ad anticipare Bonaventura alla disperata. Sottil a sinistra, palla per Bonaventura che viene murato. Arriva Duncan che lascia partire un tiro che Costil toglie da sotto l’incrocio.

SOTTIL – Ma Sottil si supera al 18′: su rimessa laterale prende la palla, supera un avversario e lascia partire un tiro a giro che tocca traversa e palo prima di infilarsi in rete. E’ un eurogol! Però sciupato, lasciatemelo dire, dal ditino alla bocca, rivolto al pubblico. Fai un gol poco prima di Natale e ti permetti di "zittire" i tifosi? Gli attori dell’Ottocento s’inchinavano anche quando il loggione tirava carote.

Leggi anche:   Treni, linea Empoli-Firenze Castello: ripristinati i collegamenti diretti da lunedì 26 febbraio

ITALIANO – Fiorentina padrona del campo. Al 22′ Duncan al tiro da fuori area: tiro che termina sul fondo. Al 27′ occasione clamorosa: stavolta per Ikoné lanciato in porta da Bonaventura. Vuole rientrare sul sinistro e calcia addosso a Pirola. Italiano rischia … l’infarto per l’arrabbiatura. Al 28′ angolo viola: Mazzocchi rischia l’autogol per anticipare Beltran. Salvataggio sulla linea di Costil. Altro miracolo del portiere della Salernitana.

"REDDITO" – E’ desolato, Pippo Inzaghi: la Fiorentina vince ogni contrasto e spinge. La Salernitana mostra grandi lacune a metà campo. L’allenatore, onestamente, avrà un compito assai difficile nel tentare di portare la squadra alla salvezza. Quindi, dopo invettive, anche pesanti e triviali, fra una tifoseria e l’altra, la Fiesole ne inventa una delle sue. E canta: "Ma come fate senza reddito (di cittadinanza ndr), ma come fate senza reddito…". Poi il campo, giustamente, prende il sopravvento: la Salernitana ha una buona occasione su calcio piazzato dai venticinque metri, ma la soluzione è elaborata e Arthur respinge. Poi il tiro di Candreva è respinto da Beltran, arretrato. Un min uto di recupero, poi negli spogliatoi. Con vantaggio robusto per i viola.

TRAVERSA – In avvio di ripresa Inzaghi manda in campo la stellina Dia al posto di Kastanos. Ma non brillerà, la stellina. Al 3′ rischio viola: Ikwuemesi viene trovato solo in area da Mazzocchi, l’attaccante schiaccia di testa e colpisce in pieno la traversa. Ranieri e Milenkovic non si sono capiti, è andata bene. Riparte comunque la Fiorentina: al 7′ Arthur batte a rete da fuori area, ma Costil, sbilanciato, respinge di piede.

BONAVENTURA – Ma la Fiorentina è debordante, e quasi perfetta nelle geometrie di gioco: così triplica al 10′. Gran lavoro di Arthur prima e Duncan poi, Sottil va sul fondo, palla a rimorchio e assist al bacio per Bonaventura che segna il suo sesto gol in campionato. Inzaghi, demoralizzato, toglie Bohinen per Maggiore e Coulibaly per Legowski.

MAXIME – Tre cambi per Italiano al 18′: fuori Duncan, Beltran (esce fra gli applausi) e Ranieri per Maxime Lopez, Nzola e Quarta. Poi l’allenatore toglie anche Ikonè e Sottil poer Kouamè e Brekalo. Sostituzioni comprensibili per dare respiro e spazio un po’ a tutti. Inzaghi toglie Ikwemesi per Cabral. Ma ormai siamo ai titoli di coda. Tre minuti di recupero. E finisce 3-0, con sventolìo di bandiere viola e rinnovata speranza per una classifica più aderente alle ambizioni di Firenze.

Sandro Bennucci

TABELLINO E PAGELLE

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano 6; Kayode 6,5, Milenkovic 6, Ranieri 6 (nel st dal 18’ Quarta 6 ), Biraghi 6; Arthur 6,5, Duncan 6,5 (nel st dal 18’ Maxime Lopez sv ); Ikoné 5,5 (nel st dal 28’ Kouamè sv ), Bonaventura 6,5, Sottil 6,5 (nel st dal 28’ Brekalo sv ); Beltran 6,5 (nel st dal 18’ Nzola sv). All: Vincenzo Italiano 7

SALERNITANA (3-4-2-1): Costil 6,5; Daniliuc 5,5, Fazio 5,5, Pirola 5; Mazzocchi 6, Coulibaly 5,5 (nel st dal 13’ Maggiore sv ), Bohinen 5,5 (nel st dal 13’ Legowski sv ), Bradaric 5,5; Candreva 5 (nel st dal 28’ Tchaouna sv ), Kastanos 5, 5 (nel st dal 1’ Dia 5,5 ); Ikwuemesi 5,5(nel st dal 36’ Cabral sv).All: Filippo Inzaghi 5,5

Arbitro: Tremolada (Monza) 6

Leggi anche:   Navalny, il Times rivela: "Ucciso con un pugno al cuore, con la tecnica del Kgb". L'accusa di Osechkin

Ammoniti: Ranieri

Marcatori: nel pt al 6’(rig.) Beltran, al 17’ Sottil; nel st all’11’ Bonaventura

Spettatori: 26.282

Calendario Tweet

febbraio 2024
L M M G V S D
« Gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829