Gas Italia: dipendenza dalla Russia azzerata nel 2024. Lo prevede Eni

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

L’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, in un colloquio con il Corriere della Sera commenta positivamente gli accordi siglati con Sonatrach in Algeria, in occasione della missione del premier Giorgia Meloni. “Il nostro Paese ha caratteristiche geografiche, logistiche e infrastrutturali uniche, e siamo gli unici ad avere una connessione via gasdotto con l’Algeria, che ha una capacità di 36 miliardi di metri cubi, ancora sottoutilizzata, una connessione via gasdotto con la Libia che ha una capacità di 12 o 13 miliardi di metri cubi e che può salire anche di parecchi miliardi, poi abbiamo il Gnl dell’Egitto e tutti gli altri Paesi africani con cui lavoriamo. Oltre al Tap. Anche questa rete ci ha consentito di rimpiazzare finora ad oggi almeno metà del gas russo”.
“Sono positivo, continuando così nell’inverno 2024 azzeriamo la dipendenza dalla Russia”, spiega l’ad di Eni.

Leggi anche:   Papa in Congo: "Giù le mani dall'Africa, non è miniera da sfruttare"

Calendario Tweet

febbraio 2023
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728