California, altra strage: spara e uccide 7 persone. Due morti anche nello Iowa

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Altre stragi per l’uso indiscriminato di armi che il presidente Biden, come i suoi predecessori, non riesce a frenare. 9 morti complessivamente in due sparatorie in California e nello Iowa.

A poche ore dalla strage nella sala da ballo di Los Angeles, un uomo apre il fuoco e uccide sette persone nell’area di Half Bay Moon, nella contea di San Mateo a sud di San Francisco. Il killer è sotto la custodia degli agenti, che lo hanno trovato nel parcheggio di una stazione di polizia nelle vicinanze.

L’uomo è stato identificato nel 67enne Zhao Chunli e le vittime, secondo indiscrezioni, sono contadini cinesi. “E’ stato fermato senza problemi e l’arma recuperata. Non c’è alcuna minaccia per la comunità”, afferma la polizia. Chunli ha aperto il fuoco nel primo pomeriggio in due diverse località non distanti l’una dall’altra. I motivi del gesto folle non sono ancora noti e la polizia sta indagando per cercare di fare luce sull’accaduto.

“Due ore fa ero con i miei colleghi a una veglia per le vittime” della sala da ballo di Monterey Park, ma non c’è stato tempo per ricordarle che “si è verificata subito un’altra sparatoria di massa, questa volta a Half Bay Moon”, twitta il deputato Marc Berman. Gli fa eco il senatore della California Josh Becker: “farò il possibile per sostenere il Dipartimento dello sceriffo della contea di San Mateo e i funzionari di Half Moon Bay durante questi momenti difficili”.

Per la California, lo Stato americano con le leggi sulle armi più dure, si tratta della seconda strage in poche ore. Dopo la sparatoria alla sala da ballo di Los Angeles, alcuni senatori democratici hanno introdotto provvedimenti per vietare le armi di assalto e innalzare a 21 anni l’età per l’acquisto di pistole e fucili. Iniziative che hanno incassato il plauso di Joe Biden. “Chiedo al Congresso di agire con urgenza e – ha messo in evidenza il presidente – far arrivare sulla mia scrivania il divieto delle armi d’assalto”.

E oltre alle due stragi in California, due studenti sono morti e un insegnante è stato ferito gravemente quando tre uomini hanno aperto il fuoco  alla Starts Right Here, un istituto che aiuta i giovani che vivono in condizioni particolarmente disagiate a Des Moines, nell’Iowa. “Non è stato un atto causale: è stata un’azione mirata”, ha affermato la polizia locale. Le indagini sono in corso e la polizia ha fermato tre sospettati a bordo di un’auto non lontano dalla scuola.

Il governatore dell’Iowa, Kim Reynold, si è detta “scioccata a rattristata” dalla sparatoria nella scuola, fondata da Will Holmes, il rapper conosciuto come Will Keeps che è arrivato a Des Moines 20 anni fa da Chicago, dove viveva in un mondo di gang prima di trovare sostegno e aiuto nella musica. La scuola cerca di incoraggiare i giovani che vivono in situazioni di disagio a usare l’arte, la musica e altri programmi per emergere.

“Ci rattrista un altro atto di violenza con armi da fuoco. Siamo in attesa di conoscere ulteriori dettagli ma i nostri pensieri sono con le famiglie e gli amici delle vittime”, ha messo in evidenza il distretto scolastico di Des Moines.

Leggi anche:   Covid in Toscana: zero decessi, oggi 31 gennaio. E 390 nuovi contagi. 199 ricoverati (6 in terapia intensiva)

Calendario Tweet

febbraio 2023
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728