Putin gioca la carta del terrore nucleare: “Chi ricatta la Russia scoprirà che non sto bluffando”. Richiamo dei militari della riserva

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

– Alla fine Putin ha parlato in tv. Cominciando "dall’operazione militare speciale in Ucraina", che sarebbe stata inevitabile. Putin ha quindi dichiarato una mobilitazione parziale in Russia, con il richiamo dei militari della riserva. Gli oltre 54mila ragazzi russi morti in Ucraina non gli bastano. Aggiunge leggi severissime, fino a 10 anni di carcere, per i renitenti alla leva. E ancora: "I territori dell’Ucraina che hanno annunciato il referendum per l’adesione alla Russia hanno il sostegno di Mosca".

Poi l’intemerata contro gli Usa e tutto il mondo occidentale: "Nella sua aggressiva politica anti-russa, l’Occidente ha superato ogni limite". Il presidente russo ha detto che userà "tutti i mezzi a nostra disposizione. Coloro che stanno cercando di usare il ricatto nucleare contro la Russia scopriranno che le carte in tavola possono essere rivoltate contro di loro. Non sto bluffando".

Infine la sua valutazione, da capo di una nazione isolata: "L’obiettivo dell’Occidente è "indebolire, dividere e distruggere la Russia". Putin solo contro tutti. Cina e India lo hanno consigliato di chiudere questa guerra assurda. Erdogan aveva addirittura visto spiragli di negoziato. Il discorso di Putin, invece, riporta le lancette della guerra indietro.

Ernesto Giusti

Leggi anche:   Covid Toscana: 5 morti (età media 83,4 anni), oggi 30 settembre, e 1.821 nuovi contagi

Calendario Tweet

ottobre 2022
L M M G V S D
« Set    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31